Search

Arriva la 1000 Miglia ad Amelia: inizia lo spettacolo!

1000 miglia amelia

Un museo viaggiante tra la gente festante, questa è la 1000 Miglia con i suoi 460 equipaggi provenienti da tutto il mondo.

Oggi 17 maggio questo spettacolo a cielo aperto passerà per Amelia dove ad aspettarlo é previsto un ricco programma.

Immediatamente prima dell’arrivo ad Amelia le auto passeranno sul ponte Rio Grande, che per l’occasione è stato ridipinto con la segnaletica d’epoca bianca e nera. Andando in progressione, su via Orvieto, passeranno davanti al Museo Scuderia Traguardo, dove verranno accolti da uno striscione di benvenuto. Sarà presente una rappresentanza del corteo storico dell”Ente-Palio dei Colombi”, con le cinque contrade della città, e dal gruppo Sbandieratori e Balestieri (Armata Medievale) Città d’Amelia. In mostra statica, nei pressi del controllo a timbro, sarà possibile ammirare i mezzi d’epoca delle forse dell’ordine dell’associazione “Lampeggianti Blu”.

Il corteo sarà preceduto dal Ferrari e Mercedes Tribute con circa 130 vetture. Intorno alle 17:30 inizieranno a sfilare le auto storiche che si fermeranno per il controllo a timbro. Agli equipaggi verrà consegnata, da modelle vestite con abiti d’epoca dell’Atelier Roberta Settimi ed acconciate da Ritratti hair diffusion, una confezione speciale di Fichi Girotti e uno scrigno di prodotti delle eccellenze del territorio offerto da Italyheart.
L’evento “l’Umbria Attende le 1000 Miglia” ha come scopo la promozione del territorio ed è stato realizzato grazie alla collaborazione tra i comuni Orvieto, Baschi, Guardea, Alviano, Lugnano in Teverina, Amelia, Orte, Bagnoreggio, Montecchio.

Sarà istallato anche un arco di saluto da parte del Circuito Condito ad Arte, essendo Amelia l’ultimo comune del circuito ad essere attraversato dalla gara.

La rotonda sarà allestita con presse di paglia, come ai tempi della corsa storica ed anche i bambini delle scuole saranno presenti alla sfilata.

In via delle Rimembranze sarà possibile ammirare il raduno internazionale di vetture MG storiche dagli anni ’20 in poi che avranno anche l’opportunità di sfilare.

Le vetrine saranno addobbate per l’occasione fino alla Rotonda delle Nazioni, nome altamente simbolico, dove saranno salutati gli equipaggi provenienti da tutto il mondo; la rotonda ha al centro un olivo, simbolo del territorio amerino oltre emblema universale di pace.

Le vetture proseguiranno per Orte per poi raggiungere, il giorno seguente, Bolsena ed il monumento a Taruffi.

Donatella Binaglia

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi