A I Primi d’Italia un convegno su corretta alimentazione e DCA

primi d'italia

di Katia Cola

 

Non solo pasta né la solita minestra riscaldata. Il menù da acquolina in bocca della kermesse I Primi d’Italia, giunto alla sua ventesima edizione, delizia i palati più raffinati a colpi di carboidrati, musica, stars, laboratori, ma anche convegni dall’alto valore educativo e formativo.

“Mangiare bene…mangiare meglio”: è questo il tema del convegno tenutosi venerdì 28 settembre nella suggestiva location della Sala Rossa di Palazzo Trinci, trasformata per l’occasione nel tempio dei gourmet.

Alimentazione corretta, disturbi del comportamento alimentare e la fisica della pasta con formule del Professor Andrey Varlamov per la cottura del piatto emblema dell’italico paese, in cui il fattore nazionalità è determinante, ed equazioni matematiche ad hoc per il giusto abbinamento della viscosità del sugo alla dimensione della pasta: questo il fil rouge del meeting organizzato da Epta Confcommercio Umbria e Afam Farmacie comunali Foligno.

Tra gli special guest presenti al convegno un giovane  pubblico di studenti delle scuole superiori della città centro del mondo: l’Istituto Tecnico Economico Scarpellini, il Liceo Scientifico G Marconi e l’Istituto Tecnico Tecnologico Leonardo da Vinci. Un attento uditorio che ha partecipato con interesse agli interventi del meeting realizzati da un parterre di relatori d’eccellenza.

Un incontro su tematiche quali corretta alimentazione come stile di vita e disturbi alimentari, problema delle generazioni 2.0 e non solo, una tavola rotonda per formare, educare e prevenire, un vademecum per genitori, insegnanti e ragazzi.

Ad intervenire, tra gli altri, Aldo Amoni presidente di Epta Confcommercio e l’amministratore unico Afam Gianluca Matilli che, dopo i consueti saluti e ringraziamenti, hanno lasciato il posto ad un autorevole palinsesto di relatori: il Dottor Amedeo Giorgetti per Afam, il Professor Andrey Varlamov per Epta Confcommercio Umbria, il Professor Piero Labate zona 9D distretto 10SL Lions, il Dottor Luca Schinoppi zona 9D distretto 10SL Lions e la Dottoressa Alessia Timi del Centro DCA di Todi.

«Siamo giunti alla ventesima edizione del festival nazionale dei Primi d’Italia, un appuntamento che quest’anno si tinge di rosa poiché è interamente dedicato alle donne» con queste parole il numero uno di Epta Confcommercio ha aperto il sipario sul convegno ringraziando i presenti e dedicando un applauso a Gessica Notaro ed al suo coraggio che, giovedi 27 settembre, ha dato il “la” alla kermesse Primi d’Italia edizione total pink 2018.

«Le farmacie non sono solo distributori di medicinali ma anche come dispensatrici di informazioni e formazione» è con queste parole che il Dottor Matilli ha spiegato perché le farmacie comunali di Foligno hanno partecipato con entusiasmo alla realizzazione del convegno “Mangiare bene…mangiare meglio”.

«Anoressia nervosa, bulimia, pica, disturbo da binge- eating sono solo alcuni dei disturbi della nutrizione e dell’alimentazione che possono comparire tra i 12 ed i 25 anni, anche se in questi ultimi decenni si sta assisitendo ad un progressivo abbassamento dell’età d’esordio, da un lato, e dall’altro, un aumento dell’età in cui è possibile ammalarsi di questi disturbi» questa la drammatica tendenza evidenziata dal Professor Piero Labate che ha sottolineato il prezioso ruolo della famiglia nel processo di cura. «Bisogna ricordarsi sempre che non si parla di volontà ma di malattia e che vi sono dei tempi soggettivi nel percorso di cura. La famiglia, così come il paziente, deve poter essere sostenuta dall’équipe curante» ha aggiunto Labate ricordando il progetto di studio “Disturbi Comportamentali dell’alimentazione: ulteriori difficoltà dell’essere genitori oggi”  della Lions International Distretto 10SL.

Della complessità clinico – nutrizionale nella riabilitazione dei disturbi del comportamento alimentare e della refeeding syndrome ha invece parlato il Dottor Luca Schinoppi. «La sindrome da Refeeding fu osservata, studiata e descritta per la prima volta alla fine della seconda guerra mondiale. E’ una sindrome che può comparire nei soggetti malnutriti ed è caratterizzata da bruschi spostamenti di fluidi ed elettroliti con conseguenti alterazioni metaboliche potenzialmente fatali» ha spiegato il Dottor Schinoppi.

“Il cibo buono ed il cibo cattivo: miti e realtà” è stato il filo conduttore dell’intervento della Dottoressa Alessia Timi che, dopo aver parlato di DCA e diete, ha evidenziato l’importanza della promozione dei prodotti made in Umbria sostenendo come «la valorizzazione del patrimonio enogastronomico umbro sia fondamentale per la promozione dei nostri prodotti tipici di qualità in un’ottica di sviluppo sostenibile e per favorire la filiera corta coltivatore – consumatore con conseguenze positive per una corretta alimentazione e per la salute». Dei nuovi orientamenti per una corretta alimentazione, delle fake news inerenti le diete cool del momento ha disquisito il Dottor Amedeo Giorgetti: «Tre sono i punti di vista da tener presente: l’impatto che il cibo ha con la nostra salute, la nutri genetica e la consapevolezza nutrizionale, perché è indispensabile conoscere la storia degli alimenti, ogni scelta nutrizionale deve essere legata alla salute non solo individuale ma dell’intero sistema» ha spiegato Giorgetti.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi