Andiamo al museo. La cultura accessibile ai non udenti

andiamo al museo

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea presenta, il prossimo Mercoledì  12 dicembre 2018 alle ore 17.00 il libro Andiamo al museo. Esperienze, proposte e buone prassi per un patrimonio culturale accessibile alle persone sorde a cura di Amir Zuccalà.

Andiamo al museo è una raccolta di contributi che l’ENS – Ente Nazionale Sordi Onlus ha voluto raccogliere in una pubblicazione da affiancare ai progetti oggi in campo e dedicati all’accessibilità del patrimonio culturale e del turismo per le persone sorde. Contributi che intendono riflettere su temi chiave e di notevole attualità nel campo dell’accessibilità, quali l’universal design, la comunicazione, la realizzazione di servizi accessibili, l’uso delle nuove tecnologie, in un’ottica che vede protagoniste le stesse persone sorde.

Negli ultimi anni si sente molto parlare di accessibilità e se questo da un lato può ridursi a un mero esercizio retorico, dall’altro inizia a produrre risultati tangibili che hanno un impatto sulla vita delle persone con disabilità. Le Istituzioni, i musei, i luoghi d’arte e cultura sono divenuti più sensibili e accoglienti sul tema dell’accessibilità e l’idea di turismo sociale, sostenibile, per tutti si sta progressivamente affermando.

In questo scenario vediamo un aumento anche di servizi, percorsi, itinerari realizzati con l’intento di essere fruibili dai cittadini sordi, italiani e stranieri ma riteniamo necessario monitorare e supportare la nascita di modelli e buone prassi perché siano di alta qualità, rispondenti alle esigenze delle persone sorde e contribuiscano a valorizzare sempre più il cultural heritage del nostro Paese.

Per questo l’Ente Nazionale Sordi – Onlus ha dato il via ai progetti speciali MAPS (Musei Accessibili per le Persone Sorde) in ambito più strettamente museale e AccessibItaly maggiormente focalizzato sulla valorizzazione del turismo, che contribuiranno a mappare esperienze e servizi, sensibilizzare musei e luoghi d’arte e cultura, formare giovani sordi per sperimentare nuove professionalità e aumentare i servizi per l’accessibilità.

Parallelamente, l’ENS ha voluto accompagnare tali iniziative di progettazione sociale sul campo con questa pubblicazione, stampata anche grazie a al contributo della Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali, che attraverso la riflessione su alcuni temi di carattere generale ma soprattutto la descrizione di specifiche esperienze e modelli sperimentali racconti buone prassi, criticità e proposte per una sempre maggiore diffusione e standardizzazione di servizi realizzati ideati e realizzati con e per le persone sorde.

La presentazione sarà un’occasione per un piccolo viaggio nel mondo della sordità.

 

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi