Search

Bagnoregio. Solidarietà, sicurezza e cultura per sognare il nostro futuro

giornata solidarietà bagnoregio

di Benedetta Tintillini

 

Giornata emozionante ed altamente istruttiva quella di ieri a Bagnoregio dove è stata festeggiata la Giornata della Siolidarietà e della Sicurezza.

Un evento che ha visto coinvolti molti soggetti a vari livelli, tutti impegnati nella crescita culturale della nostra società con un focus particolare sui ragazzi, ai quali è delegato il futuro. Hanno fatto gli onori di casa il Sindaco di Bagnoregio, il dottor Francesco Bigiotti ed il Museo Piero Taruffi che hanno ospitato, nel suggestivo Auditorium cittadino, le diverse realtà coinvolte nell’iniziativa.

Salvatore Regoli, in qualità di anfitrione, ci introduce nel mondo di Juppiter, l’Associazione nata da un incontro con don Antonio Mazzi, che utilizza il potere della musica come mezzo di inclusione, educazione e lotta al disagio. Lotta al disagio vuol dire anche lotta e prevenzione verso i comportamenti scorretti, la Polizia Stradale con il suo Pullman Azzurro, dotato al suo interno di cinque postazioni multimediali, attraversa l’Italia in lungo ed in largo per avvicinare i bambini ed i ragazzi in modo colloquiale, senza e senza le soggezioni che può incutere la divisa, per spiegare come sia importante, per la propria vita e quella degli altri, rispettare le regole del codice della strada.

Non solo il tecnologico pullman della Stradale era parcheggiato all’esterno dell’Auditorium, ma anche le splendide “auto con le stellette” dell’Associazione Lampeggiante Blu, una associazione di appassionati che recupera auto originali in dotazione alle forze dell’ordine, ormai dismesse, restaurandole unendo una grande passione ai fini benefici, anche attraverso la vendita del bellissimo calendario 2018.

Le auto storiche sono il filo che lega saldamente Lampeggiante Blu con il Museo Scuderia Traguardo di Amelia, ed il Museo Piero Taruffi di Bagnoregio. Un legame che ha permesso la creazione di un circuito (mai termine fu più adeguato!) che lega sei piccole realtà museali vicine tra loro: l’itinerario suggerito parte da Bagnoregio con il Museo Taruffi, prosegue a Civitella del Lago dove si può ammirare il Museo dell’Ovo Pinto, prosegue per Montecchio con il Museo dell’Olio e con Lugnano in Teverina che offre l’opportunità di visitare il Museo della Grande Guerra e l’Antiquarium con gli importanti reperti della villa romana di Poggio Gramignano, per finire ad Amelia con il Museo Traguardo ed il Museo del Vino ed mosaici romani costuditi all’interno di Palazzo Venturelli.

Un percorso fuori dalle mete celeberrime che permette di scoprire tesori nascosti attraversando panorami mozzafiato. L’evento di ieri è stata anche l’occasione per presentare al pubblico il Biglietto unico, che permette di acquistare gli ingressi ai sei musei della rete ad un prezzo ridotto.

Riflessione, crescita, comunità di intenti: “Ho imparato a sognare” recita la canzone di Fiorella Mannoia eletta ad inno dei ragazzi di Juppiter, e sognare insieme è ancora più bello.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi