Search

Calcio. Il Perugia in trasferta a La Spezia per confermare la scia positiva

perugia calcio squadra

di Simone Morini

 

Dopo sette risultati utili consecutivi, il Perugia prova ad allungare la striscia positiva a La Spezia, o magari ad espugnare il “Picco” (non ci è ancora mai riuscito). In quest’ultimo caso si potrebbe quasi parlare di marcia trionfale per i biancorossi. Non solo perché la squadra di Bucchi arriverebbe ad una media di 2 punti a partita nel periodo considerato, ma anche perché, nelle ultime settimane (da Genova in poi per intenderci), si è visto un Perugia grintoso oltre le aspettative, fino alla fatidica riconquista del Curi, dopo 56 giorni.

C’è però da stare attenti. Dopodomani lo Spezia rappresenterà un consistente ostacolo sul lusinghiero cammino del Perugia.

Lo Spezia (23 punti e decimo in classifica), squadra con importanti ambizioni, è una compagine da prendere con le pinze: è reduce da una sconfitta in rimonta a Ferrara (Spal- Spezia 2-1) che il tecnico Di Carlo vuole dimenticare in fretta; al tempo stesso la compagine del Perugia non riuscirà ad essere al completo sabato pomeriggio. L’assenza di Mancini è ormai certa e Monaco riprenderà il suo posto accanto a Volta. In forse sono anche Brighi, Acampora e Belmonte. Quindi, oltre a qualche novità in difesa, una vera e propria emergenza centrocampo.

E’ probabile che davanti a Rosati ci saranno: Del Prete, Volta, Monaco, Di Chiara; Dezi, Zebli, (Brighi o Acampora?); Nicastro, Di Carmine, Guberti.

Il Perugia, dopo aver riassaporato la vittoria in casa, appare quanto mai lanciato. Con la partita di sabato può veramente staccare sulle concorrenti alla zona playoff. Forse la concretezza, la “zampata finale” è rimasto il solo aspetto da migliorare per i grifoni.

Una piccola nota statistica: Di Carmine non segna da sei partite, e quando è andato a segno il Perugia ha sempre vinto. I suoi sei gol in quattro partite hanno fruttato dodici punti. Nelle prime sei di campionato non aveva mai segnato e il Perugia aveva riportato tre punti in una sola occasione ( Perugia-Spal 1-0 ).

Attenzione ai liguri però: non è squadra difensiva, spesso sono proprio le sue avversarie a giocare sulle ripartenze. Si prospetta quindi una partita giocata a viso aperto, quelle in cui si esalta il Perugia targato Bucchi, anche se il Perugia di dopodomani sarà con ogni probabilità rimaneggiato, e chissà che stavolta veramente non ci scappi la sorpresa: nella formazione e magari…nel risultato finale!   

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi