Search

Concorso Ovo Pinto di Civitella del Lago: c’è ancora tempo per partecipare!

museo ovo pinto

C’è ancora tempo per partecipare al Concorso dell’Ovo Pinto, indetto dall’Associazione Culturale che ne porta il nome, giunto quest’anno alla sua 31° edizione.

Il collaudato appuntamento con la fantasia, che ogni anno si rinnova a Civitella del Lago in provincia di Terni, invita tutti gli artisti e non, che vogliono cimentarsi nella decorazione di un uovo, a partecipare al concorso che mette in palio un ricco montepremi.

L’antica tradizione della decorazione delle uova pasquali si rinnova, legando il fascino della festa alla bravura ed al talento degli artisti che, nel corso degli anni, hanno dato vita, con le loro opere, al Museo dell’Ovo Pinto che gelosamente le custodisce.

Gli ingredienti essenziali sono: un uovo, non importa di quale animale, dei colori (o strumenti per la decorazione) ed una buona dose di fantasia. Come ogni anno, il Concorso propone una sezione a tema che, quest’anno, non poteva non celebrare Leonardo Da Vinci, il genio del Rinascimento di cui ricorre il cinquecentenario dalla morte.

Proprio Leonardo e la sua epoca sarà il protagonista di molti appuntamenti di assoluto rilievo che verranno proposti a Civitella in concomitanza con il Concorso dell’Ovo Pinto: un programma ancora top secret che non risparmierà notevoli sorprese.

Gli organizzatori fanno sapere che già molte uova sono giunte a Civitella da un capo all’altro della penisola, ma c’è ancora tempo per non mancare all’appuntamento: la data ultima per partecipare al concorso è il 24 Marzo 2019 mentre, per presentare la propria opera, c’è tempo fino al 17 Aprile.

Una giuria composta da una giornalista, una pittrice, uno storico dell’arte, un membro del consiglio di amministrazione e dallo sponsor della manifestazione si riunirà il 20 Aprile per decretare i vincitori che saranno premiati durante una cerimonia che si terrà il 1° Maggio 2019.

Dalle uova belle da vedere a quelle buone da mangiare: il concorso dell’Ovo Pinto è sponsorizzato da Liberovo, azienda agricola locale che produce uova biologiche da allevamenti in libertà.

Il regolamento completo è consultabile sul sito dell’Associazione.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi