Trevi. A Villa Fabri Elementa Umbria – I giorni dell’acqua e della terra

villa fabri trevi

Una due giorni nella splendida cornice di Villa Fabri di Trevi dedicati all’acqua e alla terra, con lo scopo di raccogliere fondi per devolverli all’organizzazione americana senza scopo di lucro ‘Charity: Water’Nasce così ‘Elementa Umbria – I giorni dell’acqua e della terra’ in programma sabato 1 e domenica 2 giugno. Ogni anno nel mondo, infatti, viene celebrata la Giornata della Terra e da tre anni Ligè Parrucchieri – Aveda Lifestyle Salon di Foligno, realizza iniziative volte a raccogliere fondi a scopo benefico, in collaborazione con il brand Aveda (gruppo EsteeLauder). Quest’anno, in collaborazione con l’Associazione culturale Eco Ligènasce l’idea di Elementa Umbria, due giorni con appuntamenti ed approfondimenti aperti al pubblico, per incrementare la raccolta di fondi e sensibilizzare sul tema dell’emergenza idrica.

Il ricavato dell’evento sarà infatti devoluto per garantire l’accesso all’acqua potabile alle popolazioni dell’Africa, all’interno di un progetto di tutela e salvaguardia del patrimonio idrico e ambientale che la Charity: Water porta avanti da anni. Questa organizzazione infatti fornisce acqua potabile alle persone nelle nazioni in via di sviluppo. L’organizzazione è stata fondata nel 2006 ed ha contribuito a finanziare 24.537 progetti in 24 paesi, a vantaggio di oltre 8,2 milioni di persone. Complessivamente, l’organizzazione ha raccolto oltre 200 milioni di dollari a partire dall’11 gennaio 2016 .

A Villa Fabri di Trevi prende vita quindi un ricco programma di appuntamenti, dalle iniziative dedicate ai più piccoli, come lo spettacolo di animazione teatrale con Maria Luisa Morici, fino alle esibizioni di artisti, entrambi finalisti del programma Italian’s got Talent, come il ventriloquo Nicola Pesaresi e il mago ”prestigiattore” Andrea Paris.

Spazio anche all’arte con l’intervento dell’artista umbro Pierluigi Monsignori, autore di Plastic Food Proget 2010, l’installazione di Land Art che utilizza materie plastiche riciclate. Plastic Food Proget è stato presentato al presidente della Camera e al ministro dell’ambiente. Partecipa ogni anno all’european week waster reduction, Settimana europea per la riduzione dei rifiuti. (Serr). Il progetto vede animare i rifiuti, nel senso non tanto del riciclaggio, ma proprio del non produrli. Un’attenzione forte all’ecosostenibilità e all’ecologia mondiale. Uno smuovere coscienze verso l’uso consapevole e rispettoso delle risorse. Plastic Food Proget collabora a numerosi progetti internazionali rivolti alla riduzione dei rifiuti. L’artista incontrerà le scuole nella mattinata di sabato 1 giugno, nel pomeriggio presenterà la sua opera di Land Art, che sarà esposta nel giardino della Villa sia sabato che domenica.

Altro artista umbro presente è Simone Di Stefano, fondatore di LAB52, uno studio artistico dove Di Stefano svolge didattica laboratoriale. Di Stefano sarà a Villa Fabri con un’azione performativa sabato 1 giugno dalle ore 18:00 alle ore 21:00, la performance sarà accompagnata dalla Dj Paola Majuri e le opere prodotte saranno messe in vendita, con il ricavato sempre devoluto all’organizzazione no profit ‘Charity: Water’.

Durante i giorni dell’evento sarà possibile visitare le installazioni multimateriche diffuse all’interno della Villa, dal titolo Sedimenti. Elemento fondamentale degli elementi scultorei sarà l’acqua “contaminata” che “lenta si insinua attraverso le stalattiti e arriva nei sottofondi di pitture in divenire”.

Nel programma si alternano anche passeggiate, per conoscere alcune chiese romaniche “segrete”, passando tra gli ulivi e lo scenario naturale del paesaggio che offre Trevi, incontri sull’aroma terapia e gli olii essenziali, lezioni di callanetica e yoga. Sarà ospite (domenica 2 giugno alle ore 18:00) Denise Dellagiacoma, l’insegnante di Yoga e fondatrice di Yoga Accademy la prima scuola online di Yoga, che ha scelto l’evento Elementa per la sua prima lezione in Umbria.

Domenica 2 giugno alle ore 12:00 un importante appuntamento, quello con l’astrofisico Fernando Pedichini, nato a Orvieto e attualmente ricercatore dell’Istituto di Astro Fisica Nazionale. Il titolo dell’incontro è “Equazione di Drake e paradosso di Fermi: dove si nasconde E.T. ?”. “Sin dagli anni 60 si è cominciato seriamente a considerare la possibilità della presenza di civiltà extraterrestri nella Galassia tanto che due illustri scienziati quali il Professor Frank Drake ed il premio nobel per la fisica Enrico Fermi hanno aperto un florido dibattito scientifico che è ancora in corso. Oggi dopo circa 50 anni di studi e di ricerche ci siamo iniziati a chiarire le idee tanto che quello che prima poteva essere considerato frutto della fantasia o della fantascienza ora rappresenta non solo una informazione scientifica ma un sapere non trascurabile per il futuro di tutta l’Umanità”. Pedichini dal 2012 è membro del pool di esperti del Ministero dello Sviluppo Economico per le revisione e verifica dei progetti tecnologici inerenti alle attività finanziate dal ministero stesso. Questo incarico ha portato ad accrescere le conoscenze dell’astrofico nel settore delle energie rinnovabili e della mobilità alternativa portandolo a contatto diretto con i centri di eccellenza e gli Istituti di Ricerca presenti sul territorio Italiano.

Per info:  info@elementaumbra.it | www.elementaumbra.it

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi