A Perugia i giovani talenti dell’ensemble Platoni-Nicoletta in concerto

platoni-nicoletta

Dopo il debutto dell’agosto scorso a Piediluco, diverse date in tutta Italia e una prima tappa nella provincia di Perugia con un concerto al Teatro Torti di Bevagna ad ottobre, i giovani e talentuosi musicisti dell’Ensemble Platoni-Nicoletta tornano in Umbria con un concerto interamente dedicato alla musica tedesca. L’evento promosso in collaborazione con A.Gi.Mus Perugia e realizzato con il contributo del MiBAC e SIAE nell’ambito dell’iniziativa «Sillumina – copia privata per i giovani per la cultura», si terrà alla Chiesa di Sant’Antonio Abate nell’omonimo borgo in zona Porta Pesa a Perugia, domenica 3 marzo alle ore 17.

A salire sul palco saranno: il contrabbassista Francesco Platoni, solista e vincitore di diversi concorsi internazionali, membro dell’ensemble Ludus Gravis e professore dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI dove ricopre il ruolo di Primo Contrabbasso; e Federico Nicoletta, pianista diplomatosi con lode al Conservatorio San Pietro a Majella, al Conservatorio di Parma, alla Scuola di Musica di Fiesole e all’Accademia di Santa Cecilia, vincitore anch’egli di numerosi concorsi internazionali e docente di pianoforte e di accompagnamento pianistico.

In programma la Sonata per Viola da Gamba di J.S. Bach n.2 BWV 1028, la Sonata “Arpeggione” D821 in La Minore di F. Schubert e la Sonata per Contrabbasso e Pianoforte di P. Hindemith.

Il Tour Nazionale dell’ensemble – di cui il concerto del 3 marzo a Perugia rappresenta la decima tappa – proseguirà con altre date a Rovigo, Macerata e Treviso.

Formazione insolita che unisce giovani concertisti italiani specializzati in ambiti musicali diversi (teatro d’opera, repertorio sinfonico, solistico, cameristico), l’Ensemble Platoni-Nicoletta – nella sua formazione completa composto da clarinetto, contrabbasso e pianoforte – nasce con l’intento di fondere elementi sonori e timbrici distanti in un amalgama particolare e nuovo, che possa dare una luce diversa al repertorio della tradizione ottocentesca italiana.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi