Search

Al via Folignolibri tra diritti civili, violenza domestica e lotta alle mafie

folignolibri

di Katia Cola

Da centro del mondo a centro dei libri. Nella città della Quintana si alza il sipario su FolignoLibri, evento promosso da Coworking Multiverso e dall’Associazione culturale Ikara.

Questioni di genere, relazioni e potere: questi i temi dell’edizione numero quattro di FolignoLibri in programma da venerdì 21 a domenica 23 settembre nella suggestiva location del Teatro Zut! e del Multiverso Coworking.

Un focus ad ampio spettro sul connubio tra relazioni e potere per approfondire, con una visuale a trecentosessanta gradi e su più fronti, argomenti di grande attualità: dalle lotte contro la mafia e per i diritti civili, alla violenza domestica passando per le disparità di genere.

«Quest’anno è il tema che a scelto noi organizzatori del Festival. Argomenti socialmente attuali connessi non solo al recente “caso Weinstein”, ma anche alla decisione del comitato di Stoccolma di non assegnare il Premio Nobel della Letteratura 2018 a causa di uno scandalo relativo a molestie sessuali» ha dichiarato Filippo Salvucci di Multiverso Coworking nel corso della conferenza stampa  di presentazione.

Una materia complessa e spigolosa sulla quale è chiamato ad intervenire un autorevole parterre di scrittori, accademici ed artisti di fama nazionale ed internazionale. Non solo lettura ma anche musica, teatro e pittura per FolignoLibri che si aprirà con la conferenza di Ida Dominijanni ed “Il laboratorio populista italiano. A partire da “Il trucco” in programma per venerdì 21 settembre, alle 18, nella sala conferenze della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. Alle 21.30 presso lo Spazio Zut! Andrà in scena la rappresentazione teatrale “Api regine” una commedia fantascientifica sull’eliminazione del maschio che sarà motivo e spunto di profonde riflessioni sul rapporto uomo- donna.

Un palinsesto ricco anche per sabato 22 settembre con Christian Raimo che, la mattina, incontrerà le scuole mentre, alle 18.30, nella sede di Multiverso Coworking, presenterà il suo nuovo lavoro fresco di stampa “La parte migliore”.

“Storie di donne, storie di vita: racconti e testimonianze”: è l’emblematico titulus dell’incontro promosso dalla Caritas diocesana di Foligno che da tre anni collabora attivamente con FolignoLibri. L’appuntamento è in piazzetta del Reclusorio alle 15.30.  La sera alle 21.30 tutti allo Spazio Zut! per il concerto di Ginevra di Marco omaggio a Mercedes Sosa “La Rubia canta La Negra”, Premio Tengo 2017.

Domenica 23 settembre la giornalista Federica Angeli presenterà il libro – inchiesta sulle mafie  “A mano disarmata”. A chiudere la quarta edizione di FolignoLibri 2018 l’ “Omaggio a Philip Roth”, reading musicale tratto da Pastorale Americana con le letture di Michelangelo Bellani e Fausto Gentili e la musica dal vivo di Giovanni Guidi. «Un finale d’autore che ci da la possibilità di pensare anche all’edizione 2019 di FolignoLibri» ha detto David Rossi dell’Associazione Culturale Ikaria, che ha illustrato la kermesse insieme a Filippo Salvucci nel corso della conferenza stampa di presentazione alla quale hanno partecipato tra gli altri il vicesindaco ed assessore alla cultura Rita Barbetti, il dirigente delle attività culturali della Regione Umbria Mauro Pianesi, la responsabile della Promozione Caritas Loretta Bonamente ed il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno Gaudenzio Bartolini. New entry nell’edizione 2018 è l’ampliamento dell’entourage delle collaborazioni non solo con gli istituti secondari di secondo grado ma anche con le scuole medie perché, come ha spiegato Filippo Salvucci, « vogliamo che FolignoLibri sia un evento il più inclusivo possibile».

Un cartellone dall’alto valore sociale e formativo, come ha sottolineato entusiasta Gaudenzio Bartolini presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Foligno, in conferenza stampa. « Educare  alla lettura e alla cultura è importante per i giovani, per la loro formazione e per la loro crescita. Anche noi come Fondazione promuoviamo e sosteniamo manifestazioni come FolignoLibri che propongono iniziative di alto valore educativo e culturale».

Anche il dirigente delle attività culturali della Regione Umbria Mauro Pianesi, ha manifestato il suo orgoglio per la realizzazione del festival realizzato nonostante il taglio di un quarto del buget, legato alla mancanza di finanziamenti da parte dei privati, che ha costretto ad una razionalizzazione delle spese senza inficiare la qualità della kermesse. «E’ il terzo anno che la Caritas di Foligno collabora con FolignoLibri dimostrando un’attenzione non solo in termini di accoglienza, ma a trecentosessanta gradi a tutto ciò che accade anche fuori la realtà folignate» ha dichiarato Loretta Bonamente responsabile della Promozione Caritas, sottolineando come la tavola rotonda “Storie di donne, storie di vita: racconti e testimonianze”, in programma per sabato 22 settembre alle ore 15.30, nasca dal contatto diretto ed immediato con l’esperienza di donne che vivono il rapporto uomo forza. Un tema questo che, come auspica la Bonamente, deve coinvolgere non solo la Caritas ma anche i giovani e la popolazione tutta. «Speriamo che Foligno sappia rispondere e cogliere questa opportunità chiamata FolignoLibri” ha dichiarato il vicesindaco ed assessore alla cultura Rita Barbetti lodando «la personalità di grande significato del programma».

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi