Scena erotica del mito di Leda e il cigno torna alla luce a Pompei

leda e il cigno

Torna alla luce a Pompei un raffinato affresco dalla esplicita vena erotica raffigurante il mito di Leda e il cigno.

Dai colori brillanti e le sfumature sapienti l’opera è stata realizzata con estrema maestria esecutiva nella camera da letto di una domus, probabilmente di un ricco mercante.

Secondo la mitologia greca Giove, innamoratosi della bellissima Leda, regina di Sparta e figlia di Testio, si tramutò in cigno al fine di possederla. Da questa unione nacquero i Dioscuri: Castore e Polluce.

Il ritrovamento è di estrema rilevanza sia per la qualità dell’esecuzione e sia per il soggetto, sia per lo stile esplicito nel ritrarre l’amplesso tra la regina ed il dio dell’Olimpo. Il reperto è emerso in occasione della campagna di scavo in corso nella Regio V.

Credits: foto Ansa

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi