Search

A Lugnano in Teverina un tuffo nel medioevo con l’ Agosto Lugnanese

palio dell'assunta

L’evento più atteso dell’anno è alle porte e il piccolo Borgo di Lugnano in Teverina si appresta a festeggiare la propria patrona, S.S. Maria Assunta, con l’Agosto Lugnanese un contenitore di eventi culturali che mettono insieme le varie associazioni locali e la stessa Amministrazione Comunale.

La Festa dell’Assunta è un evento che richiama non solo turisti dal comprensorio e dalla provincia ma anche tutte quelle persone che da anni hanno lasciato il paese per motivi di lavoro che però non rinunciano alla tradizionale festa.

Una tradizione che si tramanda da secoli come documentato dall’antico Statuto Comunale del 1508 dove già venivano stabiliti gli obblighi che avevano gli amministratori del tempo per la festa dell’Assunta. Il Signore della Festa veniva eletto dal Consiglio degli Anteposti ed aveva una importanza paragonabile a quella del Podestà. Aveva incarico dal Comune di spendere dei soldi della Comunità e aveva il diritto di formare una “società” o comitato dove si poteva iscrivere “un solo uomo per ogni focolare…” quindi una persona a famiglia. Sia il Signore della festa che i partecipanti al comitato era obbligati a questo ruolo sotto pena in denaro. I soldi stanziati dalla Comunità servivano come riportato nello statuto, “…per le cose da mangiare , per la cera, per i suonatori e per tutte le cose opportune al decoro della festa…”. Il Camerario e gli Anteposti del Comune erano altresì obbligati ad offrire un cero all’altare della Collegiata in onore della Beata Vergine nella vigilia della Festa, mentre il Podestà lo doveva offrire il giorno della Festa.

Quest’anno il Comitato dei “Festaroli” è presieduto da un giovanissimo lugnanese Stefano Germani coadiuvato da un gruppo di giovani dai 16 ai 25 anni che già si è distinto per l’organizzazione di eventi sin dal mese di giugno.

Ed è proprio il Medioevo ad aprire le iniziative dell’Agosto Lugnanese con la due giorni del Palio dell’Assunta in programma il 4 ed il 5 agosto, organizzato della ProLoco, dove, oltre alla cena Medievale ne La Taverna de lo Priore e la sfilata del Corteo Storico,  si sfideranno i rioni con la gara di Musici e Arcieri. Nel contenitore ci sarà spazio anche per la presentazione di libri in tema medievale.
Il corteo Storico che aprirà la manifestazione uscirà  dal Palazzo comunale sabato pomeriggio per la benedizione dei gonfaloni delle Contrade e il  Podestà sarà rappresentato fedelmente dal sindaco Gianluca Filiberti.

Ci sarà spazio anche per la presentazioni di libri in tema medioevale:
Sabato 4 alle 18.30 in piazza S.Maria ” Il romanzo di Matilda” di Elisa Guidelli il primo romanzo storico che ripercorre la vita di Matilde di Canossa, in collaborazione con la libreria Il Gorilla e l’Alligatore di Orte.

Il 5 agosto due conferenze di Antonio Santilli dottore di ricerca dell’università La Sapienza di Roma. La prima riguarda la rivolta di Orvieto nel 1430. La seconda riguarda Lugnano e le origini dell’offerta del cero all’Assunta.

Dall’8 agosto ci addentrerà invece nella Festa dell’Assunta con l’apertura della Taverna presso gli impianti sportivi dove ogni sera sarà possibile degustare prodotti locali con specialità di cinghiale e vini delle cantine dell’amerino con spettacoli di intrattenimento musicale o manifestazioni vintage come quella organizzata dalla Pro Loco “GLI ANNI” giunta alla quarta edizione.

Il clou della festa sarà il 14 agosto per la tradizione con il corteo storico che uscirà dal Palazzo Comunale per la rievocazione della consegna del Cero all’altare dell’assunta come riportato nello statuto del 1508 e la processione per le vie del paese, mentre il 15,giorno dell’Assunta, dopo la cerimonia religiosa con la messa Solenne, la serata sarà di grande richiamo con il concerto del cantante Pupo e il classico spettacolo pirotecnico.

L’Agosto lugnanese continuerà con la due giorni dedicata ai vini con Lugnano Wine Gallery (25 e  26 agosto), la galleria di Palazzo Pennone adibita ad esposizione ed assaggio di vini locali e nazionali e la tradizionale Cena del Ghetto, l’antica via degli artigiani e commercianti, dove tutti gli abitanti della via, residenti e non, si riverseranno in Via Duca degli Abruzzi, (un tempo chiamata Il Ghetto) per riassaporare l’antica gioia di stare insieme sotto casa nel vicolo del Borgo con cibi semplici come la panzanella con l’acqua di Ramici, molto apprezzata recentemente.

Il 26 agosto sarà il raduno delle 500 ad animare la giornata e alle 18.30 l’anteprima assoluta della presentazione del libro di Luca Tomio e Marco Torricelli “Leonardo da Vinci. Le origini umbre del genio”.

Alle 18.30 Spazio anche per i giovani scrittori con il Premio Letterario Scrittori in erba il premio delle scuole del comprensorio per poesie e racconti

La chiusura del Lugnano Wine Gallery calerà il sipario sull’agosto lugnanese.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi