Mostre. A Civitella del Lago “Mappe e cosmografie ai tempi di Leonardo”

sulle tracce del genio

di Benedetta Tintillini

 

Il borgo di Civitella del Lago, in provincia di Terni, diviene polo culturale di altro livello grazie alla mostra “Sulle tracce del genio: mappe e cosmografie ai tempi di Leonardo”, che sarà inaugurata il prossimo 12 aprile e sarà visitabile fino al 1 Maggio 2019.

Organizzato dall’associazione CivitellArte in collaborazione con l’Associazione Roberto Almagià – collezionisti italiani di cartografia antica, l’Associazione Culturale Ovo Pinto e con il patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Terni e del Comune di Baschi.
“Sulle tracce del genio: mappe e cosmografie ai tempi di Leonardo” offre l’occasione unica di ammirare una serie di venti rarissime carte a stampa realizzate in un arco di tempo che va dal 1478 al 1518 alcune delle quali, è cosa documentata, furono nella disponibilità di Leonardo da Vinci, e che, potenzialmente, potrebbero essere state da lui consultate per i suoi studi cartografici.
Opportunità unica di ammirare una raccolta organica di tale pregio, quella offerta da Civitella del Lago, grazie alla generosa disponibilità dei collezionisti Emilio Moreschi e Roberto Borri, che hanno permesso di raccogliere un corpus di opere rare e preziose che nessun museo al mondo può vantare, oltre al fatto che, essendo di proprietà privata, le opere sono, generalmente, precluse alla vista del vasto pubblico.
“Pezzi particolarmente rari – ci spiega il presidente di CivitellArte, Sergio Trippini -, perché realizzati a stampa, cosa non comune per l’epoca, quando ancora la realizzazione a mano era maggiormente diffusa”.
Le carte in mostra offrono la visione della penisola italiana come proposta dalla geografia tolemaica, testo del II secolo d. C. al quale tutti gli studiosi attinsero fino al 1500, oltre a offrire un excursus sull’evoluzione di tale visione, con il passare del tempo sempre più aderente a quella reale.
Ad ulteriore arricchimento della proposta culturale è previsto un appuntamento con lo storico dell’arte Luca Tomìo del titolo “1503: Leonardo da Vinci e i paesaggi umbri del Rinascimento”, che avrà luogo il 28 aprile alle ore 17:00.
“È importante la sinergia tra le realtà culturali  di Civitella del Lago – afferma la presidente dell’associazione Ovo Pinto Barbara Bilancioni – una mostra di tale levatura arricchisce ulteriormente l’offerta del borgo che, dal 21 Aprile al 1 Maggio ospiterà la Mostra Concorso dell’Ovo Pinto, che è giunta quest’anno alla sua XXXI edizione”.
Nell’immagine: 
1482, Ulma, Nicolò Germanico, autore (incisore G. Schnitzer de Armshein; tipi di Leonardo Holle)
Intaglio in legno, mm 365+520+365+555 (proiezione trapezoidale)

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi