Search

A Perugia la mostra artTINGO al Maramao l’arte a regola di tshirt

arttingo

Venerdì 13 ottobre 2017 ore 19.00, in occasione dell’inizio di Eurochocolate, il Maramao presenta una mostra unica e originale: ArtTINGO L’Arte a regola di Tshirt, in collaborazione con TINGO il laboratorio di stampa su supporti tessili nato a Perugia 2013.

Un progetto interamente made in “Perugia” che unisce artisti e moda. Fino al 31 ottobre il Maramao ospiterà una nuova collezione di magliette, disegnate da artisti locali e internazionali con accanto l’opera da cui ha preso ispirazione.

“La collezione”, spiega Giovanni Pulcioni, il titolare di TINGO, “è il risultato di un lavoro specifico con l’artista che partendo da un opera grafica porta a risultati nuovi ed originali riproducibili esclusivamente su quel supporto. “L’arte si fa qui a regola di t-shirt”. La moda come l’arte persegue l’obiettivo dell’unicità dell’opera.

La t-shirt o la borsa diventano in artTINGO una vera e propria opera d’arte esclusiva in grado di raggiungere un pubblico ampio e differenziato.

Il “medium tessile”, che fin dagli inizi del Novecento è entrato prepotentemente nell’elenco dei materiali e dei linguaggi dell’arte contemporanea, in questa mostra diventa il capo di vestiario basic per antonomasia: la Tshirt.

Chi sono gli artisti coinvolti? HAMRAZ, manuale.DUSO, Daniele Bianchi, Valeria Vestrelli, Balbero, METT: tutti disegnatori eccellenti e già affermati residenti a Perugia. A questi si aggiunge DODI, un ragazzo di soli 12 anni, che dall’età di 8 inizia a dipingere ad olio e a disegnare con gli acquarelli, per poi arrivare alla vernice spray. Nelle sue magliette pianeti e galassie immaginarie.

La mostra offre un “catalogo” ricco e variegato: da Hamraz che “osserva l’anima e l’emozioni” attraverso i volti, ai “Bobolini” di manuale.DUSO, vestiti per bambini con omini morbidosi, sorridenti e colorati. Daniele Bianchi che con gli acquarelli crea figure umane che si dissolvono, come le immagini surreali e antropomorfe di METT, e ancora i disegni ironici e fumettistici di Balbero insieme alle romantiche e solitarie ragazze di Valeria Vestrelli.

Il nuovo Maramao, inaugurato il 6 luglio scorso, si conferma, anche con questo evento, un ambiente creativo e stimolante, dove unitamente al buon cibo ci si può rilassare, assistere a performance musicali, incontri filosofici, dibattiti sull’economia, mostre artistiche e periodicamente partecipare a laboratori artigianali. Un luogo vivo ed aperto a tutti, che diventerà con i suoi eventi, appuntamento fisso per i perugini e i turisti.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi