Search

Mochetti e Piccolo in mostra da Bibo’s Place a Todi

Maurizio Mochetti e Donato Piccolo

luce retta, calore freddo, suono visibile

29 novembre 2014 | 15 marzo 2015

INAUGURAZIONE sabato 29 novembre 2014 | ore 12.00

 

Il settimo progetto espositivo di Andrea Bizzarro e Matteo Boetti dal titolo “Maurizio Mochetti e Donato Piccolo: “luce retta, calore freddo, suono visibile” inaugura sabato 29 novembre alle ore 12 presso gli spazi della loro galleria Bibo’s Place a Todi.

La mostra, come sempre curata dai due galleristi, ritrova la formula del confronto generazionale tra 2 artisti e si spinge oltre, presentando anche un’opera realizzata a quattro mani.

Cinetismo, luce, dinamismo, energie elettromagnetiche, elementi naturali e chimici, laser, nessi di causa ed effetto e raffinate tecnologie sono le declinazioni creative attraverso le quali Mochetti e Piccolo supereranno la dimensione fisica dello spazio della galleria, facendone un luogo senza limiti, il luogo in cui le opere d’arte si concretizzano come inevitabili tracce di un’idea e come esigenze di modellare aspetti non modellabili del mondo naturale.

Le opere storiche di Maurizio Mochetti in mostra, fra cui alcuni dei progetti che nel 1968 furono esposti alla sua prima personale presso la galleria romana La Salita e tre installazioni datate dal 1966 fino ad anni più recenti, focalizzano l’attenzione del pubblico sulla luce, intesa dall’artista come elemento costitutivo di un universo in continuo movimento in cui tutto è fluido e indefinibile.

Tra le altre: “Mare rovesciato“, 1974, Tecnica mista, 50 x 50 cm. L’opera consiste nella fotografia di un paesaggio inesistente, ottenuta stampando al rovescio, specularmente, il negativo della fotografia di un paesaggio reale; “Impronte di partenza razzo” 1969/79, si tratta delle tracce lasciate su cartone a seguito di 35 prove di lancio per la realizzazione dell’opera Razzo potenziale. Il lavoro è stato eseguito in tempi diversi, collocando alcuni cartoni sotto la rampa di lancio del razzo. Alla partenza del razzo, sul cartone resta impressa l’impronta della combustione. “Bachem Natter BA 349 B-1944″, 1986, Dimensioni ambientali, Dimensioni aereo 30 x 50 cm, Un modello in scala 1:6 di un aereo-razzo Bachem Natter BA 349 B-1944 è collocato in uno spazio dato. All’interno dell’aereo, due laser contrapposti proiettano due punti di luce laser, visibili non appena intersecano le pareti o qualsiasi altro ostacolo.

Le opere di Donato Piccolo catturano proprio quelle entità fisiche ritenute impalpabili e rendono visibili i meccanismi immateriali della realtà, come i fenomeni atmosferici, catturandoli in sculture in continua trasformazione. Tra le opere presenti in mostra saranno esposte due installazioni fra le sue più emblematiche, che riproducono, con un complesso meccanismo, il fenomeno del tornado. Saranno inoltre esposte una serie di opere su carta che ripercorrono e sintetizzano la sua produzione degli ultimi anni.

Alcune delle opere presenti in mostra: “Progetto per nuvola gonfiata“. 2011, cm 120×90; “Progetto per corsa ad ostacoli“, 190 x 110.

Maurizio Mochetti nasce nel 1940 a Roma. Nel 1968 esordisce sul palcoscenico artistico romano con la sua prima esposizione personale a Roma dal titolo “Dieci progetti di Maurizio Mochetti” all’ormai storica Galleria “La Salita”. Nel 1970 partecipa alla sua prima Biennale di Venezia cui seguiranno quelle del 1978,1982, 1986, 1988, 1997. Sin dai primi anni ’70 si affaccia sul panorama internazionale partecipando nel 1976 alla Biennale di Sidney, nel 1998 alla XXIV Biennale di San Paolo e nel 1991 alla Biennale Internazionale di Nagoya. Tra le altre importanti partecipazioni ricordiamo: “Vitalità del negativo nell’arte italiana: 1960/70′′ (Roma, 1970), “Linee della ricerca artistica in Italia: 1960/1980′′(Roma, 1981); “Roma anni ‘60” (Roma,1990). Nel 2003 vince il concorso internazionale MAXXI 2per100 per la realizzazione dell’opera “Linee rette di luce nell’Iperspazio curvilineo” collocata permanentemente nell’atrio del MAXXI di Roma.

Donato Piccolo nasce nel 1976 a Roma. Tra le sue principali mostre ricordiamo: Festival dei due Mondi, Casa Romana, Spoleto, 2009; Space Gallery, Bratislava, 2010; 52a Biennale di Venezia, Padiglione Emirati Arabi Uniti, Venezia, 2007; Museo d’Arte Contemporanea, L’Aquila, 2008; Wood Street Gallery, Pittsburgh 2009; MACUF, Museo de Arte Contemporáneo Gas Natural Fenosa, Coruña, 2010; Centre Saint Benin, Aosta, 2010; 54ma Biennale di Venezia, Padiglione Italia, Venezia, 2011; Boghossian Foundation, Bruxelles, 2012; Stadtgalerie Kiel e Museum Biedermann, Donauschingen, 2012; Georg-Kolbe Museum, Berlino, 2013; Huyndai Beyond Museum, Seoul; MACRO Testaccio, Roma, 2013; Castelluccio di Pienza-La Foce, Chianciano Terme, 2013; Fondation Francès, Senlis, 2014.

ORARI

sempre su appuntamento (contattare il 335.8420442)

giovedì, venerdì 16.00>19.00

sabato, domenica 10.30>13.00 | 15.30>19.30

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi