Search

Monte Amiata: Cristicchi in anteprima “Il secondo figlio di Dio”

simone cristicchi

C’è attesa sul Monte Amiata per questa sera, lunedì 10 agosto quando sul Monte Labbro, ad Arcidosso, Grosseto, Simone Cristicchi presenterà in anteprima ‘Il secondo figlio di Dio’, lo studio su un nuovo spettacolo ispirato alla straordinaria vicenda realmente accaduta di David Lazzaretti, detto il ‘Cristo dell’Amiata’ o il ‘profeta di Arcidosso’.

Il cantautore sarà protagonista di un racconto che narra fatti accaduti più di cento anni fa sul Monte Labbro, luogo suggestivo dalle caratteristiche misteriose e uniche. Forse anche per questo David (protagonista reale delle vicende), lo aveva scelto per edificare il suo eremo. “Sarà in un certo senso – spiega Cristicchi – la ‘celebrazione’ di un uomo straordinario e controverso, la cui storia avvince e fa riflettere. Sono onorato ed emozionato all’idea di calcare un ‘palcoscenico’ naturale di così potente fascino”, conclude l’artista, sempre stato attratto dalle storie poco conosciute e dai dimenticati (i matti, i soldati, gli esuli, i minatori).

Questo lavoro di ricerca ha portato Cristicchi sull’Amiata, dove ha avuto una fortunata collaborazione con il coro dei minatori di Santa Fiora. Due anni fa il significativo incontro con il regista e drammaturgo toscano Manfredi Rutelli che gli propose un suo testo “Il secondo figlio di Dio”, da cui nasce questo nuovo spettacolo. Il racconto sarà accompagnato dalle musiche di Gabriele Ortenzi, in un particolare mix di sonorità tradizionali ed elettronica. In scaletta anche un brano inedito per lo spettacolo: una canzone dedicata alla Terra, ai suoi frutti, alla pena e alla gioia che dà.

 

Credits: foto www.cinellicolombini.it

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi