“Moon Journey”: viaggio sulla Luna tra arte, scienza e malattie rare

moon journey

Sabato 30 Marzo 2019, alle ore 17:00, presso il Museo Diocesano e Cripta di San Rufino di Assisi, si terrà una special lecture dal titolo “Moon Journey between art and science”, in occasione del 50° anniversario dallo sbarco sulla Luna. Si tratta della prima manifestazione in programma nell’ambito di “Rare Special Powers Journey between art and science”, progetto di divulgazione scientifica relativo alla sensibilizzazione sulle malattie rare tramite strumenti mai usati prima: l’arte e la bellezza.

Il progetto “Rare Special Powers” è organizzato dalla Dott.ssa Eleonora Passeri, con l’ausilio del Museo Diocesano e dell’Associazione “Starlight… un planetario tra le dita” della Dott.ssa Simonetta Ercoli. Da tale collaborazione è nata un’unione tra astronomia e arte, che trova espressione nella frase “We are made of stars”, protagonista, sabato 30, di una riflessione che coinvolgerà arte, letteratura, astronomia e malattie rare.

Un evento senza precedenti, quindi, che ha il merito di mettere insieme ambiti di studio o di ricerca di solito considerati a sé stanti che saranno esposti in interventi riguardanti i vari settori di interesse.  La presenza all’interno della cripta romanica del museo di un pregevole sarcofago sarà lo spunto per il racconto dell’amore tra Selene, dea della Luna ed Endimione, che ha ricevuto il dono dell’immortalità e dell’eterna giovinezza, mentre la dott.ssa Ercoli parlerà del progetto promosso dal gruppo StarLight, dall’Associazione Priori, dall’Associazione IMG_in e da Rare Special Powers, che avrà l’obiettivo, fino a Luglio, di fornire pillole relative alle malattie rare, sensibilizzando sul tema anche grazie al progetto “#LightAmonument”, che vedrà la Torre degli Sciri illuminarsi con dei colori specifici legati a queste malattie.

Gli aspetti astronomici caratterizzanti il nostro satellite saranno presentati, infine, dalla dott.ssa Chrysta Ghent del Planetarium-Liberty Science Center, NJ, USA, vincitrice del concorso annuale indetto dal gruppo “StarLight” con l’ANISN–Umbria, IPS (International Planetarium Society) e PlanIt (Associazione italiana dei planetari), che vede ogni anno un docente di un planetario statunitense tenere lezioni su un tema specifico in lingua inglese per gli studenti di Assisi, Brescia e Gorizia.

L’evento è gratuito e prevede, al termine, un aperitivo offerto da Foodie Catering.

 

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi