Search

Mostra: Storie di ragazzi marscianesi durante la Grande Guerra

Marsciano, Museo del Laterizio

31 Maggio – 10 Novembre 2014

Tenendo fede all’auspicio del Presidente della Repubblica: “Confido che si proceda con il dovuto impegno nell’opera di conservazione della memoria e di analisi e riflessione storica sul primo grande conflitto mondiale, e che da parte delle competenti istituzioni si segua con attenzione la preparazione dell’anniversario.
[…] Il primo e più importante obiettivo è conseguire la massima partecipazione della popolazione di tutto il Paese con particolare coinvolgimento delle famiglie e del mondo della scuola; […] valorizzare i luoghi della memoria, patrimonio storico, artistico e documentario; implementare e arricchire la rete museale e il sistema espositivo”.

L’Istituto omnicomprensivo Salvatorelli-Moneta, considerando che la scuola è intitolata anche al tenente mitragliere Brunone Moneta, morto il 25 maggio 1917, combattendo a San Marco di Gorizia, ha condiviso con gli alunni e le loro famiglie, un percorso di ricerca e conoscenza dei fatti accaduti durante il primo conflitto mondiale che ha coinvolto anche tanti nostri concittadini.

Si è riportato alla luce preziosi documenti inediti, rimasti chiusi nei cassetti di tante famiglie del territorio e nei faldoni polverosi dell’Archivio Storico Comunale.

Siamo convinti del fatto che la storia di ogni luogo è soprattutto quella delle comunità che l’hanno abitata, costruita, animata ed arricchita con le loro esperienze di vita comprese quelle vissute attraverso i conflitti mondiali; pertanto la sua conoscenza, la conservazione del suo patrimonio storico antropologico e documentario sono affidati alle presenti e alle future generazioni attraverso una cittadinanza responsabile.

La scuola è il luogo deputato alla formazione di futuri cittadini consapevoli ed attenti al buon governo della città e con le pubbliche Amministrazioni e le associazioni culturali ha, tra i compiti prioritari, la valorizzazione e la conservazione di tale patrimonio.
La Scuola attraverso la realizzazione di tale progetto ha cercato di creare rapporti sinergici tra docenti, alunni, famiglie e cittadini del territorio marscianese ai fini dell’educazione al rispetto e alla valorizzazione del patrimonio documentario, storico e antropologico del territorio comunale, per evitarne la dispersione e l’oblio, in uno studio condiviso e con azioni di ricerca, di approfondimento, di conoscenze e di comunicazione alla cittadinanza.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi