Search

Nuova avventura di Asterix ispirata a “De bello gallico” di G.Cesare

Sarà ispirata al “De bello Gallico” (“Sulla guerra gallica”), la celebre opera in sette volumi di Giulio Cesare sulla conquista della Gallia verso il 52 a.C., il prossimo album a fumetti di Asterix. Si intitolerà “Le papyrus de Caesar” (Il papiro di Cesare) il 36esimo volume della serie, che uscirà il 22 ottobre 2015 in Francia dalle Editions Albert-René, con una prima tiratura di due milioni di copie. Ed è stato proprio Albert Uderzo, il creatore di Asterix, a rivelare che sarà il “De bello Gallico” la fonte principale per la nuova avventura, parlando ai microfoni dell’emittente francese Europe 1.

Il 22 ottobre “Il papiro di Cesare” sarà pubblicato in contemporanea in 22 nazioni, Italia compresa. E per l’Italia c’è una novità: per la prima volta nella storia di Asterix, l’album non sarà pubblicato da Mondadori, come tutti i precedenti 35 albi, ma dall’editore Panini Comics.

Il 36esimo album, come il precedente, sarà firmato dai nuovi autori della serie, lo sceneggiatore Jean Yves Ferri e il disegnatore Didier Conrad. Albert Uderzo, nell’intervista, si è detto “molto soddisfatto” e “divertito” dal prossimo album di Asterix, di cui ha curato la supervisione.

La nuova avventura “Il papiro di Cesare” del piccolo guerriero Asterix si svolgerà interamente in Gallia e vedrà l’arrivo di nuovi personaggi accanto a quelli di sempre.

Il disegnatore Didier Conrad e lo sceneggiatore Jean Yves Ferri sono stati scelti personalmente dal creatore Albert Uderzo come suoi eredi creativi due anni fa. Il precedente album “Asterix e i Pitti” è uscito alla fine di ottobre 2013 per la prima volta senza la firma di Uderzo ma con quelle di Conrad e Ferri.

Creato nel 1959 dallo sceneggiatore René Goscinny (morto nel 1977) e dal disegnatore Albert Uderzo, Asterix, insieme all’inseparabile Obelix e ai membri del suo villaggio in Armorica, è uno dei personaggi di fantasia più noti, studiati e amati a livello mondiale. La serie a fumetti è stata tradotta in più di 110 lingue e ha venduto 335 milioni di copie in tutto il mondo, dando vita a 9 film di animazione e 4 pellicole live action.

 

Credits: foto www.afnews.info

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi