Search

Ovo Pinto. La cerimonia di premiazione ha chiuso un’edizione da record

ovo pinto premiazione

di Benedetta Tintillini

 

La banda di Civitella del Lago ha dato il via con le sue note, ieri 1 Maggio, alle premiazioni del XXXI concorso Ovo Pinto, chiudendo un’edizione che, sottolineano con soddisfazione gli organizzatori, ha riscosso successo e presenze di pubblico oltre ogni più rosea previsione.

Il nuovo direttivo dell’Associazione Ovo Pinto, composto da giovani ed in gran parte da donne, ha subito voluto dare un segno di vitalità e di propositività, caratteristiche che dovranno contraddistinguere le azioni promozionali nel tempo a venire per far sì che i turisti conoscano, apprezzino e vengano a godere di Civitella e di tutto il suo territorio.

Grande contributo al raggiungimento di tali traguardi è stato quello fornito dalla collaborazione con CivitellArte che quest’anno ha voluto proporre nelle antiche mura di Civitella del Lago, in collaborazione con l’Associazione Roberto Almagià, la mostra cartografica “Sulle tracce del genio. Mappe e cartografie al tempo di Leonardo” il cui assoluto livello culturale ha permesso di dare ulteriore slancio alla promozione degli eventi collegati al periodo pasquale del borgo ternano oltre ad avere avuto come illustre ospite, tra gli altri, il Maggiore Guido Barbieri, Comandante del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dell’Umbria.

L’Ovo Pinto, la tradizione ad esso legata, il suo museo e la mostra cartografica sono stati protagonisti di servizi giornalistici andati in onda sulle reti nazionali (Rai2, Rai3, Rai3 Umbria) e locali (TEF, Umbria TV, Retesole) oltre ad essere presenti con articoli su testate locali e non, dall’Alto Adige al Giornale di Sicilia. Un forte interesse dimostrato dalla stampa che è sintomo di quanto alto sia il potenziale di un luogo incantato come Civitella del Lago e dei suoi attrattori culturali.

ovo pinto comitato
Il direttivo dell’Associazione Ovo Pinto

Ogni singola opera delle 136 in concorso era meritevole di riconoscimento, ed ogni singola opera nasconde dentro di sé il vissuto di chi l’ha realizzata, cosa emersa con prepotenza quest’anno che ha visto, tra i premiati provenienti da tutta Italia, persone affette da malattie come l’Alzheimer.

Il tema speciale di quest’anno del concorso ha avuto particolare successo tra i partecipanti: “Omaggio al genio del Rinascimento: Leonardo da Vinci”, al quale sono state dedicate più di 50 opere delle 136 presenti, e proprio un uovo dedicato a Leonardo da Vinci ha conquistato sia il primo premio categoria artisti che il premio popolare sponsorizzato da Liberovo: Artefix genius (un artista di genio) realizzato da Pascar Catalin Emil di Pojana Maggiore (VI).

“Il rilevante afflusso di turisti e visitatori testimonia come sia possibile fare promozione attraverso la cultura – ha affermato l’Assessore alla Cultura del Comune di Baschi Damiano Bernardini nel suo intervento – grazie alla mostra cartografica ed all’Ovo Pinto quest’anno la nostra Pasqua è stata da record e tutto il territorio ne ha ricevuto lustro. Il lavoro fatto dimostra come il nostro obiettivo debba essere quello di lavorare insieme per una costante opera di promozione”.

Foto: In alto: il vincitore del Primo Premio Artisti Pascar Catalin Emil con la Presidente dell’Associazione Ovo Pinto Barbara Bilancioni

 

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi