Search

Panicale. A teatro “Per non morire di mafia” dal libro di Pietro Grasso

Panicale. A teatro “Per non morire di mafia” dal libro di Pietro Grasso

Sabato 28 gennaio, alle 21, al teatro Caporali di Panicale, bellissima versione teatrale del libro scritto dall’ex Procuratore Nazionale Antimafia Pietro Grasso, attuale Presidente del Senato, Per non morire di mafia.

Accolto ovunque con grande successo ed emozione dal pubblico, lo spettacolo è interpretato con passione da Sebastiano Lo Monaco e diretto da Alessio Pizzech.

Non è una semplice messinscena, ma un ritratto, un’indagine emotiva, una discesa nel cuore vibrante del lucido pensiero di un uomo che ha dedicato e sta dedicando la sua vita alla lotta contro il crimine per il trionfo della legalità.

Il protagonista narra i tempi moderni come l’aedo cantava la guerra di Troia e ci invita alla speranza, al valore supremo e antico del rispetto della legge dello stato, ma guidato da una più profonda legge morale. Un uomo che dialoga con sé stesso e con il pubblico.

Un racconto che parte dalla Sicilia per aprirsi alla globalizzazione, verso un orizzonte di riferimento in cui si compie la tragedia contemporanea del fenomeno mafioso.

La musica sottolinea e scandisce le tappe concettuali che segnano una sorta di nuova Iliade contemporanea, una nuova guerra che assume dimensioni talora mitiche proprio perché trae le sue origini da fenomeni culturali, sociologici, antropologici che appartengono alla cultura meridionale e che trovano oggi alleati nei grandi sistemi economici del profitto a tutti i costi.

La grande storia si intreccia alla storia del singolo fatta di paure, di scelte familiari, di piccoli atti di coraggio e determinando l’emergere, nel fluire della coscienza del personaggio, di parole chiave che in modo inequivocabile dimostrano l’attualità della parola di Grasso.

Uno spettacolo che riconduce il teatro alla sua funzione civile ed evocativa.

Un teatro capace di disegnare gli uomini, di delineare esperienze di vita che possano divenire modelli per dare un contributo al recupero del senso di civiltà.

Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita.

E’ possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi