Search

Poeti der Trullo: Roma è poesia…

campo de fiori

Quanno fa buio e scompare ‘r sole
penso alla pelle tua profumata.
E resto così, senza parole…
Do’ sei finita? Dove sei annata?

Quanno sto solo, co’ ‘na poesia…
Quanno de notte abbraccio er cuscino…
Quanno je volo co’ la fantasia…
Me sento immaturo, un regazzino.

Quanno sorrido, quanno che scrivo,
quanno m’addormo co’ un solo pensiero.
Quanno combatto, quanno so’ vivo…
De lacrime rare so’ prigioniero.

Quanno pe’ Roma vago e te penso.
Quanno ricordo, quanno te sogno…
Un senso de vuoto, sempre più denso
me dice che ancora de te c’ho bisogno.

Inumi Laconico

Si ringrazia: www.poetidertrullo.it

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi