Search

Arte: al via la 42esima edizione del Premio Sulmona

Sabato 5 settembre, nel Polo museale civico diocesano di Sulmona (L’Aquila), si inaugura la 42esima edizione del ‘Premio Sulmona’, una della rassegne di arte contemporanea più prestigiose a livello internazionale, in programma fino al 3 ottobre. L’edizione di quest’anno si presenta con un programma di qualità e 123 opere, tra dipinti e sculture, in rappresentanza di 15 nazioni.

La manifestazione, che prevede anche quest’anno sezioni dedicate al giornalismo, alla storia e alla critica dell’arte, avrà il suo momento clou in occasione della cerimonia di premiazione, in programma sabato 3 ottobre, giornata di chiusura. La commissione, presieduta dal giornalista Paolo Corsini, è già al lavoro sui nomi da premiare per l’anno corrente.

La giuria, oltre che da Vittorio Sgarbi, è composta dai critici e storici dell’arte Carlo Fabrizio Carli, Giorgio Di Genova, Enzo Le Pera, Massimo Pasqualone, Duccio Trombadori, Maurizio Vitiello e dal segretario e organizzatore della rassegna Gaetano Pallozzi.

“Se si svolge questa 42esima edizione – afferma il direttore artistico e fondatore del Premio Sulmona, Gaetano Pallozzi – è tutto merito degli artisti che, nonostante la mia contrarietà, si sono volutamente autotassati per coprire parte delle ingenti spese che l’organizzazione di una tale manifestazione richiede. Il mondo della cultura è in forte affanno per i tanti tagli che si registrano su vari fronti. Le sforbiciate che abbiamo subito negli ultimi anni sono un’offesa verso la città e nei riguardi di milioni di cittadini fruitori di musei e centri culturali”.

 

Post correlati

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi