Search

Premio Vittoria Aganoor Pompilj: la bellezza della scrittura epistolare

Le corrispondenze epistolari in un premio che celebra tutta la loro bellezza. Torna il Premio letterario nazionale Vittoria Aganoor Pompilj riservato alla scrittura epistolare del passato e del presente. Un concorso promosso e organizzato dal Comune di Magione, che giunge quest’anno ad un traguardo prestigioso, quello della ventesima edizione, sottolineato da un nuovo logo e un’immagine grafica profondamente rinnovata.

Il concorso è articolato in due sezioni. La prima è riservata ad opere in lingua italiana nelle quali vengano pubblicati, in edizione critica, carteggi e/o corrispondenze epistolari. Si tratta di un concorso unico nel suo genere nel panorama italiano, un premio che ha l’ambizione di valorizzare il lavoro di studiosi, archivisti e ricercatori. Un lavoro che, partendo dalla ricerca documentaria e attraverso rigorosi criteri filologici di trascrizione e di curatela, approda a edizioni di carteggi ed epistolari che spaziano dall’arte alla politica, dall’economia alla scienza.

La seconda sezione è riservata a componimenti inediti in forma di lettera con la volontà di incoraggiare scrittori, giovani e non, a cimentarsi con questa particolare forma di scrittura, quella epistolare appunto, che sembra apparentemente insidiata e compromessa dalle trasformazioni imposte dalle nuove tecnologie. L’idea è quella di proporre allo scrittore di oggi di confrontarsi con un genere dotato di una sua specificità formale e sostanziale, lasciandosi ispirare da un tema suggerito dalle parole della poetessa Vittoria Aganoor: “Non ho potuto continuare a scriverti…” è la suggestione scelta quest’anno. Tutti i componimenti pervenuti entreranno a far parte di una antologia letteraria che costituisce la migliore testimonianza della vitalità e della intrinseca bellezza di questo genere di scrittura dell’io.

Le opere, per entrambe le sezioni, saranno sottoposte all’esame di una giuria altamente qualificata.

Prosegue e anzi aumenta l’impegno del Comune di Magione, e in particolare del delegato alla cultura Vanni Ruggeri: dall’edizione 2018, infatti, cresce l’ammontare dei premi in denaro previsti per tutte le sezioni in concorso, testimoniando la vitalità di un format che ha saputo crescere ed affermarsi rapidamente nel panorama nazionale. L’appuntamento per la premiazione è fissato per il pomeriggio del 9 settembre nell’ambito della settima edizione del Festival delle Corrispondenze che si terrà a Monte del Lago dal 6 al 9 settembre.

Per info su bando, giuria e modalità di partecipazione: premio@festivaldellecorrispondenze.it

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi