Search

Presentata a Roma la Story Map del patrimonio Etab di Todi

C’era anche un po’ di Todi e dell’Umbria alla sedicesima conferenza nazionale di Esri Italia svoltasi il 15 e 16 aprile a Roma, il più importante appuntamento per imprese, pubbliche amministrazioni, ricercatori, professionisti e appassionati delle tecnologie GIS che richiama ogni anno l’interesse di migliaia di persone.

Nell’ambito della due giorni di incontri, workshop ed eventi dedicati all’informazione geografica, nel lavoro e nella vita quotidiana, per condividere le best practice e scoprire nuove soluzioni di geolocalizzazione, è stata infatti presentata anche la story map  sul patrimonio di Etab Todi, vetrina della digitalizzazione e georeferenziazione delle proprietà, storiche e produttive, dello storico ente tuderte di assistenza e beneficenza.

Il tutto nella sezione del GeObservatory, che è un’installazione multimediale e interattiva che permette di immergersi in una mostra virtuale di mappe, applicazioni e case studies. Quest’anno il tema promosso era l’uso delle Story Map scegliendo un progetto da raccontare  e una modalità di racconto, ovvero come raccontare.
All’interno del GeObservatory sono stati ospitati i Live Poster, la nuova modalità di comunicazione attraverso le mappe scelte da chi si vuole cimentare con le applicazioni messe a disposizione della piattaforma ArcGIS Online per creare mappe web e Story Map.

Tra i Live Poster proposti c’era appunto l’innovativo lavoro di Etab Todi, che è stato reso possibile grazie all’apporto della Esri, leader mondiale nelle tecnologie GIS per pubbliche amministrazioni e imprese, che ha accreditato l’iniziativa nel Nonprofit Organization Program. Fondamentale anche la sensibilità etica della TeamDev, un’azienda nazionale di sviluppo software, con sede a Collazzone, che in modo gratuito ha dato soluzione alle specifiche esigenze.

Per la Teamdev, che aderisce al programma di economia di comunione, quello di Etab è solo uno dei lavori segnalati alla conferenza di Roma, tra cui quelli per Arpa Umbria e per Save the Children, e realizzati anche per altre importanti realtà nazionali ed internazionali.
Non a caso la stessa Teamdev ha curato all’interno del programma ufficiale anche un seminario sul tema “La sfida alimentare per il 2050: il ruolo fondamentale delle nuove tecnologie nella definizione di una risposta concreta e sostenibile”, nel corso della quale sono anche presentate anche le attività di ricerca e sperimentazione nel settore della precision farming condotte da Geocare, la filiera tutta umbra, la prima in Italia, di enti ed aziende impegnate nello sviluppo dell’agricoltura di precisione.
Una punta di eccellenza del territorio la Teamdev, dunque, che nella sua missione ha anche l’attenzione ad esperienze di valore storico e sociale.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi