Search

Salute. Quando l’abito non fa il medico, attenzione ai medici abusivi

di Donatella Binaglia

 

Le vie brevi piacciono molto agli italiani. In un mondo in cui sembra che tutti possano fare tutto, anche senza aver praticato i giusti studi, arriva il momento, in molte professioni, di arginare e sanzionare gli “abusivi”, specialmente in campo medico.

A cominciare sono i medici Chirurghi ed Odontoiatri di Perugia, che oggi hanno presentato la campagna per la difesa della salute contro l’abusivismo medico e odontoiatrico. Da recenti ispezioni sull’abuso professionale, risulta che su 673 denunce per abusi di esercizio della professione  367 sono abusi medici e di questi l’80% riguardano la professione odontoiatrica.

“L’abito non fa il medico, il camice non fa il dentista”. E’ questo lo slogan scelto per il lancio del messaggio contro l’illegalità. Anche per quanto riguarda l’inasprimento della pena c’è una proposta di aumento delle sanzioni, che oggi ammontano a pochi centinaia di euro, da 10.000 euro fino a 50.000, questo per scoraggiare chi intende continuare sulla strada dell’abusivismo.

“Quello che spesso inganna il cittadino – spiegano i presidenti dei due Ordini –  è il crescente utilizzo di parole diverse che implicano competenze diverse, tipo fisiatra e fisioterapista, ottico e oculista ecc. spesso ci sono differenze che riguardano anni di studio e il continuo e obbligatorio aggiornamento della professione. Dobbiamo difendere i cittadini garantendo la qualità del servizio dato, e soprattutto assicurando che, chi svolge una determinata terapia, abbia titolo per svolgerla”.

Post correlati

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi