Il maiale e il norcino. La cultura rurale alla base del nostro gusto

maiali

L’allevamento tradizionale del maiale, specie nelle zone collinari e montane, avveniva in stazzi aperti e recintati, ubicati in preferenza nei boschi di querce e roverelle dove gli animali potevano nutrirsi di ghiande. L’uso del porcile, in dialetto ‘stallittu’ o ‘sturiju’, iniziò a diffondersi dagli inizi del Novecento quando era stato già introdotto il maiale rosato. Fino alla metà dell’Ottocento infatti,…

Read More

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi