Il Teatro Comunale di Castelnuovo di Farfa riapre le porte con due eventi

teatro comunale di castelnuovo di farfa

Il Teatro Comunale di Castelnuovo di Farfa riaprirà i battenti con una commedia dialettale e con un convegno sulla Via di Francesco

Per un paese che vuole tornare alla normalità dopo il nubifragio del 23 maggio, che aveva sconvolto la tranquilla vita della comunità, la riapertura del teatro, che torna ai cittadini dopo un periodo di chiusura per manutenzione e adeguamenti normativi, è una bella notizia. Il piccolo teatro “Luigi Cianni” di Castelnuovo di Farfa, il comune sabino noto per il Museo dell’Olio e per l’incantevole vista sul borgo medioevale di Farfa, sarà infatti inaugurato venerdì 14 e sabato 15 giugno con due eventi.

Finalmente un momento lieto per il borgo che il sindaco Luca Zonetti, utilizzerà per destinare un messaggio positivo ai cittadini, assieme ai consiglieri e agli assessori. Sarà anche l’occasione per fare un breve bilancio di questi quattro anni di gestione della giovane giunta. La riapertura del teatro e l’ottima gestione del Centro Anziani rappresentano un segno positivo per la popolazione over sessanta del paese, che, come in tutta la provincia di Rieti, rappresenta la maggioranza dei cittadini.

Il teatro offrirà occasioni di spettacolo, di convegni culturali e momenti di condivisione anche ai coraggiosi giovani che ancora non sono andati via da una realtà provinciale che offre poche opportunità. La stagione teatrale avrà inizio venerdì sera 14 giugno con lo spettacolo “Te roppo le canasse”, una novità assoluta, due atti in dialetto di Alessio Angelucci con la compagnia “Sipario rosso”.

Sabato mattina 15 giugno seguirà alle ore 10.00 il Convegno sul tema “La Via di Francesco”, che presenterà ai cittadini di Castelnuovo l’accordo di programma per la valorizzazione degli itinerari francescani dalla Sabina a Roma, attraverso due direttrici la via Tiberina e la via Salaria.

Il Convegno è promosso dalla Rete tra Imprese della Sabina, secondo la quale “nell’anno in cui in Italia si promuove il turismo lento, è necessario prepararsi ad accogliere i visitatori che più di tutti apprezzano e valorizzano le vocazioni più autentiche del nostro territorio”. L’amministrazione comunale di Castelnuovo di Farfa ospita questo evento per permettere alle imprese e alle associazioni della Sabina di cogliere le opportunità e i vantaggi del “fare sistema”. Nel convegno saranno presentati i risultati del progetto FAST, Filiera dell’Accoglienza per lo Slow Tourism.

Tra gli obiettivi che saranno illustrati nel convegno al Teatro Comunale di Castelnuovo di Farfa, quello di effettuare un processo di “progettazione partecipata” per condividere la mappa dei “Cammini e percorsi della Sabina”, lungo i quali offrire servizi informativi e ausiliari per attrarre il turismo lento ed esperienziale; quello di avviare un primo sistema di offerta di servizi dedicati nei punti strategici, definiti dalla mappa dei cammini progettata: rastrelliere per le bici, punti di stallo per i cavalli, segnaletica che rimandi alle imprese, ai prodotti, ai servizi ed ai beni attrattivi. Sarà necessario avviare azioni complementari alle politiche ambientali e di mobilità sostenibile attraverso l’allocazione di colonnine di bike sharing.

Giuseppe Manzo

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi