Search

Todi: per “Museo Vivo” incontro sul ‘cantiere’ della Consolazione

todi

Al Museo Pinacoteca di Todi conferenza del professore Manuel Vaquero Piñeiro sul tema “Finanziare e organizzare un cantiere architettonico nel Rinascimento: la chiesa di Santa Maria della Consolazione di Todi”

Si torna a parlare del Tempio della Consolazione mercoledì 29 aprile 2015, alle ore 16.30 alla Sala Affrescata del Museo Pinacoteca di Todi, nel quarto incontro del ciclo di conferenze “Museo Vivo” con l’intervento del professore Manuel Vaquero Piñeiro dell’Università degli Studi di Perugia sul tema “Finanziare e organizzare un cantiere architettonico nel Rinascimento: la chiesa di Santa Maria della Consolazione di Todi”.

Una vicenda complessa e coinvolgente, ricostruita attraverso le pagine dei documenti manoscritti, dei protocolli e dei carteggi conservati presso gli archivi tuderti, nei quali si racconta l’articolato mondo che per oltre un secolo ha atteso alla edificazione di uno dei monumenti simbolo dell’intero Rinascimento italiano: quello degli artigiani, dei tecnici specializzati, dei lapicidi e dei maestri di bottega che vi hanno dedicato le loro fatiche, dei metodi di reperimento delle materie prime, dei sistemi di programmazione e pianificazione del lavoro, di coloro che hanno finanziato la grande impresa, dei contabili e dei notai cui spettava di tenere il bilancio, dei sistemi di pagamento delle maestranze, in un periodo che vede affermarsi una nuova organizzazione dei cantieri costruttivi.

“Museo Vivo – Incontri su temi di storia locale”, arrivata quest’anno alla settima serie, è un’iniziativa organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Todi e dalla direzione del
Circuito Museale della Città di Todi e dell’Archivio Storico Comunale.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi