Search

L’Umbria dei borghi. Pasqua ad Amelia, Montefalco e Montone

amelia umbria
L’Umbria è la terra dei borghi. Molti noti, ma anche molti meno conosciuti, ben conservati, con mura che li proteggono e porte da cui accedere. L’Umbria, terra di grandi prodotti enogastronomici, come il Sagrantino di Montefalco DOCG, l’Olio E.v.o. Dop Umbria, terra di arte e spiritualità.

A sud dell’Umbria, di origine romana, a un passo dal confine laziale c’è il borgo di Amelia. Prodigio fattosi realtà, sono senza dubbio le mura “ciclopiche”.
E’ Il borgo antico che si arrampica su tre diversi livelli, vale una visita per i tanti tesori storici e gli scorci paesaggistici che offre, il circuito civico museale, che comprende il Museo Archeologico, Palazzo Petrignani, edificio nobiliare cinquecentesco con la sua Sala dello Zodiaco, e le Cisterne Romane risalenti al II sec. a.C, site sotto piazza Matteotti. Le cisterne sono costituite da un sistema di 10 locali deputati alla raccolte delle acque piovane per dissetare gli antichi abitanti della città di Amelia. Il complesso sotterraneo è imponente per le sue dimensioni e la visita piuttosto suggestiva.

 

Amelia è anche la patria dei Fichi Girotti (www.fichigirotti.com ) fichi secchi interi lavorati a mano uno ad uno e ripieni di mandorle o noci e patria dell’Olio extravergine di olivo Dop Umbria.

A Nord il borgo di Montone, uno dei Borghi più Belli d’Italia in Umbria, lunedì 2 aprile è in programma la prima ostensione della “Santa Spina” una festa ricca di spiritualità, fortemente legata alla storia della città. La festa si svolge in due tappe, una di un giorno, il lunedì dell’Angelo, e la seconda nella settimana di ferragosto, con un programma incentrato su una rievocazione storica fedelissima che richiama a Montone migliaia di visitatori.
I documenti storici narrano che proprio il Lunedì dell’Angelo Carlo Fortebracci, figlio del celebre condottiero Braccio, donò a Montone la Spina della Corona di Cristo ricevuta dalla Serenissima Repubblica di Venezia, per i suoi servigi militari. C’è anche una leggenda secondo la quale questa Spina sarebbe fiorita il Venerdì Santo, emanando un dolcissimo profumo.
Dal 1798, anno dell’incendio della chiesa di San Francesco, la Spina viene custodita dalle suore del convento di Sant’Agnese.
La Pro Loco e il Comune di Montone predispongono ogni anno un programma di eventi molto ricco che si apre la mattina con la lettura del “Proclama” del Gran Gonfaloniero e con l’arrivo del conte Carlo Fortebracci e dei suoi soldati a cavallo, seguito dal corteo storico della Donazione della Santa Spina con i rappresentanti dei tre rioni, accompagnato dai tamburi e dalle chiarine del Castello.
Il reliquiario della Santa Spina sarà visitabile per l’intero pomeriggio nella chiesa della Collegiata. Oltre ai riti religiosi sono previsti diversi appuntamenti ricreativi, dal mercato medievale dei mestieranti del contado di Montone e dei castelli vicini, ai giochi in piazza e agli spettacoli di burattini per i bambini. Previsto poi l’omaggio alla corte degli “Arcieri Malatesta” di Montone e l’esibizione dei locali sbandieratori.
Per informazioni: www.comunemontone.it .

Al centro dell’Umbria c’è invece il borgo di Montefalco, la patria del Sagrantino, il luogo degli affreschi di Benozzo Gozzoli che nel ciclo pittorico sulla vita di San Francesco nella omonima chiesa, ritrae già il Sagrantino in uno degli affreschi. Un’occasione per visitare Montefalco è sabato 31 marzo, domenica 1 e 2 aprile in occasione della Pasqua, quando il borgo ospiterà la manifestazione “Terre del Sagrantino” una rassegna dedicata ai produttori di Sagrantino DOCG di Montefalco, ma dove trovare anche formaggi, salumi, ceramiche e tessuti, i protagonisti per eccellenza del territorio umbro nel magnifico Chiostro di Sant’Agostino.

Post correlati

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi