Vittorio Sgarbi torna a Gualdo Tadino con la mostra Stanza segreta

vittorio sgarbi stanza segreta

Dal 10 maggio al 27 ottobre Vittorio Sgarbi, dopo il successo delle mostre ‘Seduzione e Potere. La donna nell’arte tra Guido Cagnacci e Tiepolo’ e ‘Luciano Ventrone. Meraviglia ed Estasi’, propone, sempre nella Chiesa monumentale di San Francesco a Gualdo Tadino, un’altra esposizione-evento, ‘La stanza segreta. Capolavori della figurazione contemporanea dalla Collezione Massimo Caggiano’.

La mostra sarà l’occasione per ammirare una selezione di capolavori, 70 opere di 40 artisti, che rappresentano il fior fiore della Collezione Massimo Caggiano, una delle raccolte d’arte contemporanea più importanti e rappresentative soprattutto per l’Italia (ma non solo) degli ultimi trent’anni di pittura e scultura d’immagine, sia per la qualità delle opere scelte sia per l’ampiezza del panorama artistico, anche internazionale, che vi è documentato.

La mostra, promossa dal Polo Museale città di Gualdo Tadino, con il patrocinio del Comune di Gualdo Tadino ed il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, è a cura di Vittorio Sgarbi e Cesare Biasini Selvaggi.

L’inaugurazione, venerdì 10 maggio, sarà preceduta, alle 12 da un incontro nella sala consiliare del Comune, alla quale prenderanno parte, insieme ai due curatori e al collezionista Massimo Caggiano, Massimiliano Presciutti, sindaco di Gualdo Tadino, Catia Monacelli, direttore del Polo Museale Città di Gualdo Tadino, Giampiero Bianconi, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. A seguire ci sarà il taglio del nastro della mostra.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi