3, 2, 1… al via la 4° edizione del “Bastardo Sound B-Eat”

bastardo sound b-eat

Torna “Bastardo Sound B-eat”, l’appuntamento dedicato ai giovani e giovanissimi all’insegna della musica e della gastronomia

«Non voglio che i giovani cambino paese, voglio che i giovani cambino il Paese». Una “semplice” frase made in Rinaldo Sidoli il cui significato recondito va oltre lo speculare ossimoro. Il Paese non come luogo qualunque ma come “il luogo” per eccellenza. Quello… e soltanto quello.  Una frase – aforisma a tutti gli effetti che, apparsa su Twitter con la nonchalance delle grandi cose, ha “cinguettato” ricevendo numerosissimi “Mi Piace”. E c’è chi di questa citazione ne ha fatto, più o meno dichiaratamente, il leitmotiv di una missione dove la forza motrice da cui tutto parte, e oltre cui tutto deve andare, sono loro: i giovani ed il Paese.

Stiamo parlando del Paese di Bastardo nel Comune di Giano dell’Umbria, frazione dal curioso toponimo che alle genti d’altri lidi fa storcere con goliardico stupore il naso e sogghignare con inopportuna ilarità. Stiamo parlando della Pro Loco di Bastardo che, in sintonia con la sua intrinseca natura di promozione e sviluppo del territorio, ha focalizzato la sua attenzione sui giovani di Bastardo (e non solo) creando una kermesse ad hoc così che la new generation dell’antica hosteria non “lasci” il paese per cercare stimoli ludico – ricreativi ma trovi questi input nella realtà natia. Lungi dall’essere interpretato come un opprimente campanilismo bastardese. Giammai! Si tratta, altresì, del più tangibile esempio di una duplice promozione che è contemporaneamente pro Bastardo e pro giovani bastardesi.

Stiamo parlando della manifestazione “Bastardo Sound B-Eat” lo spin-off organizzato dallo Pro Loco di Bastardo che è ormai giunto alla sua quarta edizione. «Bastardo Sound B-Eat  nasce ben quattro anni fa con la condivisa idea di realizzare qualcosa da destinarsi ad target diverso da quello che comunemente è campo di lavoro della Pro Loco sui generis. Una fascia d’azione alternativa: i giovani di Bastardo costretti ad una sorta di esodo dal territorio per trovare spazi e contesti ludico-ricreativi» ha spiegato la Presidente della Pro Loco di Bastardo Stefania Chianella che, visti i risultati da record degli anni precedenti e considerata la proposta offerta, prevede un grande successo per l’annata 2019.

Musica, buon cibo con le tipicità locali e tanto sano e buon divertimento per grandi e piccini: questi gli ingredienti del copioso palinsesto della quattro giorni che, da Giovedì 27 a Domenica 30 animerà la young Bastardo in una location d’eccellenza quale Piazzetta dell’Erba di rimpetto agli impianti sportivi che, per l’occasione, si trasformeranno in un ristorante a cielo aperto. Ad alzare il sipario sulla manifestazione Giovedì alle 21 la tribute band dei Negramaro “Es-senza” a seguire, dalle 23,  “The golden age”. Venerdì, dalle 21.30, sarà la volta della Diana Cover Band. Clamorosa doppietta è quella prevista per Sabato: alle 21 l’esibizione del ventriloquo Nicola Pesaresi e alle 22.30  la Hbh Band. A chiudere il sipario su “Bastardo Sound B-Eat” edizione 2019 un gran finale  con il “Color mob” alle 17.30 ed una serata a tutta musica con il “SuX90” dalle 22.30 fino alle 2 di notte. Dalle 19 alle 23,tutti i giorni, spazio ai più piccoli con “Giocolandia” .

Katia Cola

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi