Bolivia, scoperta l’impronta di un enorme dinosauro

dinosauro bolivia

Il dinosauro viveva 80 milioni d’anni fa in una regione costiera e tropicale

La Bolivia si conferma un vero paradiso paleontologico per lo studio dei dinosauri. La scoperta nel luglio scorso a Maragua, nella parte centrale del paese, della possibile impronta di oltre un metro di un abelisauro che vagava famelico in quelle contrade un’ottantina di milioni di anni fa, è solo l’ultima di una serie che indica lo Stato sudamericano come una vera cassaforte temporale per i ricercatori.

L’Abelisaurus comahuensis era un grande dinosauro carnivoro vissuto nel Cretaceo in Sudamerica il cui nome tradotto suona come “lucertola di Abel”, in onore di Roberto Abel, lo scopritore della specie nella regione argentina di Comahue.

Secondo gli studiosi, l’impronta di 1,15 metri fornisce la misura di un esemplare enorme e non è una sorpresa dato che questo tipo di lucertoloni caduti nel pentolone degli anabolizzanti arrivavano a 15 metri di altezza, un edificio di cinque piani. Il suo habitat, nell’odierno dipartimento boliviano di Chuquisaca, all’epoca era una regione costiera dal clima tropicale.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi