Cammini francescani: esperienza di (e in) crescita

basilica di assisi

Si conferma il grande successo riscosso nel 2018 dai cammini francescani in Umbria. Nell’anno appena trascorso, infatti, circa 22.000 persone li hanno percorsi da sole, in gruppo o in compagnia degli amici a quattro zampe.

Da anni, le istituzioni civili e religiose della Regione lavorano in stretta sinergia con le associazioni e gli operatori turistici del territorio, per promuovere e migliorare l’esperienza religiosa, spirituale e turistica del pellegrino che decide di attraversare il “Cuore Verde d’Italia” per arrivare ad Assisi, a Loreto o a Roma.

Secondo i dati statistici, l’Umbria e Assisi sono le mete preferite in Italia per compiere un pellegrinaggio moderno a piedi, in bicicletta, a cavallo o con handbike: un cammino di fede e di conoscenza di sé. Nel 2018 si è registrato un aumento degli arrivi del 10% rispetto all’anno precedente, un vero e proprio boom.

La maggioranza dei pellegrini sono italiani, la Via di Francesco è comunque un’esperienza conosciuta in tutto il mondo. Tra gli stranieri al primo posto ci sono i tedeschi (26,16%), a seguire: i francesi (11,95%), gli Stati Uniti (10,5%), gli austriaci (8,18%), gli olandesi (5,16%), Brasiliani (3,9%) e perfino camminatori provenienti dall’Alaska. I cammini dell’Umbria sono sempre più un fenomeno mondiale, che interessa persone di tutte le età provenienti dai 5 continenti, 50 nazioni e oltre 1.000 città.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi