Epic fail: errori nell’arte n. 5 la cattedrale di Wells

cattedrale di wells

La cattedrale di Wells protagonista di un “Epic fail” gli inglesi hanno ancora molto da imparare…

Le grandi cattedrali gotiche lasciano senza fiato per la loro bellezza… ma, guardando attentamente, nell’architettura inglese più che altrove, si possono scorgere errori esilaranti e grossolani i quali, una volta notati, non possono non saltare all’occhio e far sorridere.

Continua la nostra divertente carrellata di questi errori. Una volta tanto l’approssimazione e la scarsa capacità non è prerogativa di noi italiani…!

La cattedrale di Wells (in inglese: Wells Cathedral; nome ufficiale: Cathedral Church of St. Andrew o Cathedral of St. Andrew in Wells),è un edificio religioso intitolato a Sant’Andrea, eretto in stile gotico inglese tra il 1180 ca. e il 1490 a Wells, cittadina del Somerset, nel sud-ovest dell’Inghilterra, e sede della diocesi anglicana di Bath e Wells. (fonte: Wikipedia)

Si tratta della prima grande cattedrale costruita nello stile gotico primitivo inglese,[3] di cui è anche considerata la massima espressione.[4] Testimonianze scritte riportano che nel 1596 un cosiddetto fulmine globulare penetrò da una vetrata esplodendo nella cattedrale.

Cattedrale di Wells, 1170 navata, arco di sostegno 1338-1348
Quindi, signor Joy, lei sostiene che la nostra torre è instabile e potrebbe cadere, cosa propone per ovviare al problema?
Un enorme gufo arrabbiato
“Che cosa??”
,anzi, tre. Tre gufi arrabbiati, uno sotto ogni arco principale”
Dice sul serio?? Saranno ridicoli!”
Ha un’idea migliore?”
Okay, vada per i gufi arrabbiati…”

Fonte: stainedglassattitudes.wordpress.com

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi