Acquasparta. Tornano le antiche atmosfere della Festa del Rinascimento

rinascimento

Torna dal 7 al 18 giugno l’appuntamento con la Festa del Rinascimento ad Acquasparta, anche quest’anno ricca di sorprese ed eventi, tra cui convegni, taverne, cortei, spettacoli e giostre.

Scrupolosa fedeltà storica e forte coinvolgimento degli abitanti: sono questi gli ingredienti della Festa del Rinascimento di Acquasparta, rievocazione che omaggia la figura di Federico Cesi, duca del piccolo borgo umbro e fondatore dell’Accademia dei Lincei (nel 1603), in programma dal 7 al 18 giugno.

Con sfilate in costumi d’epoca, giostre cavalleresche, spettacoli, convegni, e le immancabili taverne tipiche.

La festa, riproponendo la realtà urbana dell’antica Acquasparta, si articola in un susseguirsi di manifestazioni che coinvolgono l’intera città, per l’occasione ripartita in contrade ( Ghetto, Porta Vecchia e San Cristoforo ).

Protagoniste della manifestazione, giunta oramai alla 18ma edizione, saranno le tre contrade del paese, Il Ghetto, Porta Vecchia e San Cristofero che parteciperanno a quattro avvincenti sfide per la conquista delle chiavi della città: la Giostra della lince, il Teatro di contrada, il Piatto rinascimentale, il Gioco dell’oca sono previste da programma nelle giornate dall’11 al 17 giugno per poi concludersi nel Grande corteo dei doni domenica 18 giugno alle 21:00.

Il clima di festa coinvolge tutto il paese, anche i più piccoli; saranno infatti gli alunni dell’Istituto comprensivo di Acquasparta a rendere speciale l’attesa della settimana di rievocazione organizzando alle ore 20:00 una cena nella piazza principale seguita dalla recita “dal chicco di pane: storia di una magia” con gli alunni delle classi prime, seconde e terze della scuola primaria.

Le rappresentazioni teatrali continuano il 10 e il 15 giugno con  “Diavolata” e “Zoe. Il principio della vita” a cura del Piccolo Grande Teatro, e il 16 giugno con “The tempest parade” a cura dell’Accademia Creativa.

Tema conduttore della Festa di quest’anno è il Pane: numerosi gli eventi che avranno come linea guida il pane, a partire dalla mostra “pani d’Italia” che sarà inaugurata alle 18:00 di giovedì 8 giugno, ai laboratori per bambini presenti ogni giorno alle 17:30 dal 10 al 14 giugno, ai convegni tenuti alla sala del trono di Palazzo Cesi. Promotori dei convegni sia l’Università di Perugia per il convegno del 10 giugno alle 16:30, sia grandi aziende italiane come Grandi Molini Italiani e Molini Popolari riuniti.

La gastronomia e i prodotti tipici rappresentano la tradizione e il cuore del territorio, motivo per il quale  saranno valorizzati in varie occasioni a partire dalla Sosta del Viandante il 7 maggio, per continuare con le  taverne del paese dall’8 giugno e  l’ormai consolidato negli anni “Vino a Palazzo” il 16 e il 17 giugno.

Articolati a questi appuntamenti non potranno mancare di certo i cortei e le sfilate, le sfide, gli incontri e i viaggi nel passato. Acquasparta ci offre il grande corteo delle contrade ad apertura della manifestazione, alle 21:30 mercoledì 7 giugno, la sfida tra i tamburini delle tre contrade“Giostra dei Tamburini sonanti” l’8 giugno sempre alle 21:30.

Venerdì 9 giugno il prestigioso incontro con l’esperta di storia dell’arte Laura Teza per il convegno “Pandolfo Pucci detto Monsignor Insalata, Caravaggio e Federico Cesi”

Sempre venerdi 9 alle 21:30 è in programma il tradizionale corte storico “L’Omaggio al Principe” da parte di molte realtà umbre tra cui Alviano, Casteltodino, Città della Pieve, Todi, Foligno, Narni, San Gemini, Leonessa e Grutti. Il saluto al Principe si ripropone anche grazie al sestiere della Piazzarola della Quintana di Ascoli Piceno che avrà il suo spazio il 16 giugno alle 21:30.

 Il territorio umbro continuerà ad essere esaltato anche grazie al convegno sulle “Presenze Ebraiche in Umbria Meridionale dal Medioevo all’Età Moderna” il 15 giugno e con un interessante viaggio didascalico sonante “Vagabolario” in programma il 17 giugno, prima del Grande corteo dei Doni, dove saranno consegnati i premi di Miglior attore e Miglior attrice “Mariolina Montani” e la proclamazione della contrada vincitrice e la consegna del tanto ambito Palio. 

Come abbiamo visto sono molte le proposte che in quest’edizione ci aspettano, siamo pronti per un viaggio nel pieno rinascimento nello scenario suggestivo di Acquasparta.

 

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi