Gubbio. Inaugurata la mostra itinerante Propositum artis

guida di repubblica festival del medioevo gubbio eventi culturali gubbio propositum artis

E’ stata recentemente inaugurata la mostra itinerante di arte contemporanea “Propositum Artis”, visibile fino al 30 giugno e organizzata dall’associazione culturale “La Medusa” in collaborazione con il Comune di Gubbio e Pescara Art Evolution.

«Un’iniziativa importante e ad alta valenza culturale, tengo a evidenziare la rilevanza artistica delle personalità presenti – ha precisato il sindaco Filippo Mario Stirati – una mostra itinerante compresa in un itinerario nazionale con città e luoghi di grande significato che consente la circolarità di proposte di livello e che dà attenzione all’arte moderna contemporanea. Obiettivo della nostra politica culturale è far rivivere la Biennale di Gubbio e far sì che ci sia un sistema museale sempre più ricco, valorizzato nella sua interezza. L’arte contemporanea ci può sicuramente aiutare  e si può ben coniugare con i luoghi storici della città quali ad esempio il Palazzo Ducale. Ringrazio Toni Bellucci che ha lavorato per far ripartire e ricollocare la Biennale e anche tutte le associazioni che  si adoperano per creare opportunità in un contesto dove il dialogo e il confronto sono alquanto importanti per portare il nome della città oltre il territorio locale».

Dopo il Museo Tattile Statale Omero di Ancona la mostra “Propositum Artis” è allestita presso il Palazzo dei Consoli di Gubbio a cui seguiranno le esposizioni presso il palazzo dei Capitani di Ascoli Piceno, il PAN di Napoli e altre sedi istituzionali in corso di definizione. Gli artisti partecipanti all’evento, che vede Gianluca Marziani e Armando Ginesi come curatori, sono 14, tutti italiani, di riconosciuto valore. seppure diversi fra loro per le formulazioni espressive, sono uniti dalla volontà comune di riconsegnare all’arte quella valenza etico-estetica sociale e spiritualmente elevante che negli ultimi decenni, come loro affermano, è venuta sempre più a mancare. Questo evento diventa quindi un “proposito” di continuità, nel tentativo di restituire al gesto creativo la sua forte valenza.

I testi in catalogo sono di  Gianluca Marziani, dello storico dell’arte  Armando Ginesi e la dichiarazione di poetica introduttiva di Gian Ruggero Manzoni, che è stato indicato quale portavoce del gruppo. Gli artisti coinvolti sono: Sandro Bartolacci, Toni Bellucci, Tommaso Cascella, Bruno Ceccobelli, Giancarlo Costanzo, Nino De Luca, Anna Iskra Donati, Omar Galliani, Alberto Gallingani, Ferruccio Gard, Gian Ruggero Manzoni, Franco Mulas, Giulia Napoleone, Gualtiero Redivo.

Tania Tagnani dell’associazione culturale “La Medusa” ha ringraziato l’amministrazione comunale e Toni Bellucci per l’opportunità data, inoltre Sergio Tardetti in rappresentanza del Club Unesco Perugia Gubbio, manifestando l’interesse a questa iniziativa culturale, ha ricordato la presentazione delle opere di Gian Ruggero Manzoni che si terrà presso la Biblioteca giovedì 23 giugno alle ore 16.

L’orario di apertura della mostra è il seguente:  da martedì a domenica 10.00-13.00 / 16.00-18.00. Ingresso libero.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi