Il Jazz italiano per le terre del sisma: Castelluccio e Norcia le tappe

progetto omaggio all'umbria anci zona rossa ricostruzione terremoti il jazz italiano per le terre del sisma norcia

“Il Jazz italiano per le terre del sisma” torna con un’edizione tutta improntata al tema “Coraggio e Viaggio”, che rafforza l’impegno in prima linea nelle terre del cratere delle quattro regioni coinvolte, Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, confermando il coinvolgimento e l’organizzazione della Federazione Nazionale “Il Jazz Italiano”, con il coordinamento operativo della Associazione I-Jazz, insieme a Mibact, il Comune dell’Aquila-Progetto Restart il Main Sponsor SIAE-Società Italiana degli Autori ed Editori, NuovoIMAIE e ai molti partner tecnici coinvolti.

Con Il Jazz italiano per le terre del sisma, torna anche la Marcia Solidale nelle terre del sisma, una settimana di concerti e trekking nel cuore delle regioni colpite dal terremoto.

Il lungo cammino in 7 tappe, rivisto e garantito fruibile dalle guide, affronterà alcune tappe del Cammino nelle Terre Mutate, tra sentieri e strade, meravigliosi valichi con viste panoramiche che spaziano dagli Appennini ai Monti Sibillini, sino ai piedi del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga.

Di nuovo in movimento attraverso la natura, la musica, l’arte, la cultura e non ultima la gastronomia dei produttori locali; grande attenzione alla micro-economia locale, quindi, per mantenere alta l’attenzione su questi territori attraverso un cammino a passo lento, uniti dalla passione e dall’amore per il linguaggio universale della musica.

Otto giorni di concerti, sei giorni di cammino da Camerino a L’Aquila percorrendo sentieri segnalati, strade di campagna e tratti di strade asfaltate.

Il programma in Umbria

Lasciate le Marche con l’ultima tappa di Ussita, il 1 settembre, i camminatori saranno portati in bus sino a Spina di Gualdo. È da qui che si metteranno in viaggio alla volta di Castelluccio di Norcia, un percorso di 13 chilometri in 5 ore per raggiungere alle 19.00 la piazzetta di Castelluccio per il concerto dell’Orchestrino Brass Band che vede Filippo Ceccarini alla tromba, Tony Cattano al trombone, Beppe Scardino al sax baritono, Daniele Paoletti al rullante e percussioni, Simone Padovani alla grancassa e percussioni.

Mercoledì 2 settembre si lascia il comune di Castelluccio di Norcia per le tre tappe che porteranno nel cuore di Norcia. Altri 21 chilometri nelle gambe dei camminatori da percorrere in sette ore per raggiungere alle 13, per la pausa pranzo, il Rifugio Perugia per il concerto di Francesco Bearzatti al sax e Carmine Ioanna alla fisarmonica.

Si continuerà poi approdando nel centro storico di Norcia quanto, alle ore 17.30, le stradine del borgo verranno invase dalla musica dell’Orchestrino Brass Band. Alle 21.30 invece, in Piazza San Benedetto, si terrà il concerto di Francesco Bearzatti Tinissima Quartet “Zorro”, che vedrà Francesco Bearzatti al sax tenore e al clarinetto, Giovanni Falzone alla tromba, Danilo Gallo al basso elettrico e Zeno de Rossi alla batteria.

La Marcia Solidale è organizzata da I-Jazz – Associazione dei Festival Italiani di Jazz insieme all’Associazione Musicamdo diretta da Daniele Massimi e all’Associazione Fara Music, diretta da Enrico Moccia, in collaborazione con le amministrazioni locali, le società di guide e associazioni volontarie che con le loro attività stanno già operando in questo territorio.  Partner dell’evento sono CONTRAM e UNICAM Università di Camerino.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi