Libri: Anais Nin, pubblicati racconti erotici inediti ma sono ‘invisibili’

anais nin

Un editore indipendente Usa lamenta la censura del titolo di anais Nin su piattaforma online

Un nuovo volume di racconti erotici della scrittrice statunitense Anais Nin (1903-1977), dal titolo “Auletris: Erotica”, è online su Amazon ma è ‘invisibile’ agli utenti.

E’ quanto denuncia la casa editrice americana indipendente Sky Blue Press. “E’ una decisione incredibile”, ha commentato un portavoce di Sky Blue Press citato dal quotidiano londinese “The Guardian”. Amazon ha smentito censure di qualsiasi tipo.

Il volume raccoglie racconti inediti dell’autrice di “Il delta di Venere” scritti su commissione di un mecenate negli anni ’30, di cui non si conosce il nome e pubblicati più tardi, nel 1950, in sole cinque copie da Press of the Sunken. L’editore Sky Blue Press è entrato in possesso di una copia scampata alla distruzione e ora ha stampato per la prima volta i racconti andati perduti, che vedono la luce dopo 65 anni. Amazon ha accettato di mettere in vendita il libro, ma di renderlo “invisibile” sulla sua piattaforma a chi compie ricerche online per un eventuale acquisto. La decisione di non mostrare il titolo dell’opera è stata presa da Amazon a causa del contenuto erotico esplicito dei racconti.


Aggiornamento 2020, il volume è disponibile su Amazon:


L’editore Paul Herron, a cui si deve la scoperta del manoscritto di “Auletris: Erotica”, ha dichiarato che i racconti raccolti per la prima volta nel volume destinato a una larga diffusione superano “per audacia e varietà” i libri già noti di Nin, peraltro facilmente acquistabili anche online. Ci sono storie di incesto, sesso con bambini, stupri, voyeurismo, sadomasochismo, omoerotismo (sia maschile che femminile) e anche un’asfissia autoerotica.

“I personaggi – spiega l’editore Paul Herron – sono deliziosamente decadenti e le tematiche sono in gran parte basate su esperienze dirette di Nin, registrate anche nei suoi diari integrali, non nell’edizione purgata per la stampa”. Herron ha dichiarato al “Guardian”: “Amazon ha sostanzialmente bloccato agli utenti online di conoscere l’esistenza di ‘Auletris’, mettendo il libro in quel posto virtuale noto come il ‘sotterraneo dei contenuti per adulti’, il che significa che non compare quando si cerca con il titolo, a meno che la ricerca non sia raffinata, ma questo lo possono fare solo pochi potenziali lettori”.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi