Torna “Il cinema ritrovato” appuntamento con “Toro scatenato” di Scorsese

toro scatenato

Riprende a Terni la rassegna “Il Cinema Ritrovato” con uno dei capolavori di Martin Scorsese, “Toro scatenato”, restaurato dalla Cineteca di Bologna che lo distribuisce nelle sale in prima visione. Il film è reso indimenticabile anche dalla straordinaria interpretazione di Robert De Niro.

Il film verrà proiettato in versione originale con sottotitoli in italiano, martedì 18 settembre alle ore 21 al Cityplex Politeama di Terni e sarà introdotto dall’associazione Sentieri del Cinema alle ore 20.45.

 Il capolavoro di Martin Scorsese sulla leggendaria figura del pugile Jack LaMotta, campione mondiale dei pesi medi, paradossalmente non è un film sulla boxe ma sulla gelosia cieca ed ossessiva che scatena la rabbia, sull’insicurezza di un uomo e la sua violenza sfrenata, sul senso di colpa che sul ring diventa punizione e auto-punizione.

E’ un film sulla turbolenta ascesa e sulla infinita caduta di un italiano in America: Jack LaMotta, un’opera in cui ciascuno può riconoscere qualcosa di sé, della lotta che ogni giorno siamo chiamati a combattere contro i nostri demoni interiori, della violenza che domina tante delle nostre periferie.

E’ un film che chiunque ami il cinema e desideri avvicinarsi ad esso da professionista dovrebbe conoscere. Ancora oggi, osservando De Niro, si rimane impressionati dalla capacità di immedesimazione nel personaggio, dal totale “annullamento” della sua persona: dimagrisce, ingrassa, esibisce prima il fisico scattante di un lottatore e poi quello appesantito di un cinquantenne in declino, e lo fa sempre mantenendo un realismo nell’interpretazione davvero incredibile (giustamente premiato con l’Oscar).

Il montaggio (premiato anch’esso con l’Oscar) e la regia di Scorsese sono magistrali, spiazzanti, capaci come sono di fare della boxe, di volta in volta, una categoria dello spirito, un’arena insanguinata; di trasformare il ralenti, l’alternarsi delle inquadrature soggettive, il succedersi dei fotogrammi in un sismografo in grado di registrare con eguale precisione il passaggio effimero della gloria nella vita di una persona, la gelosia che acceca, la furia, il delirio di onnipotenza, la resa.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi