Musei: porte aperte ai Capitolini il sabato sera dal 5 novembre

musei capitolini appuntamenti social musei

Cinque sabati sera all’insegna della musica, del teatro, del gusto e dell’arte: dal 5 novembre al 3 dicembre i Musei Capitolini di Roma apriranno le porte in via straordinaria dalle 20 alle 24, ultimo ingresso alle 23, con un biglietto simbolico di 1 euro. L’iniziativa è promossa da Roma Capitale, assessorato alla Crescita culturale, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.

Sarà un’occasione per passeggiare nelle sale del museo pubblico più antico del mondo, ammirando capolavori come la Lupa Capitolina, lo Spinario, la statua equestre di Marco Aurelio, i quadri della Pinacoteca dove sono conservate anche opere di Guercino e Caravaggio, o la Venere Capitolina e il Galata morente. Si potranno anche visitare le mostre in corso, ascoltare concerti, incontri, conferenze e letture o assistere ad una dimostrazione di disegno dal vero.

Sulla Terrazza Caffarelli sarà possibile partecipare a degustazioni di prodotti del territorio laziale a cura di Agro Camera e la Caffetteria Capitolina resterà aperta e a disposizione del pubblico fino alle 24. Ogni sabato sera seguirà un tema diverso e si avvarrà della collaborazione di importanti istituzioni cittadine. Più nel dettaglio, sabato 5 novembre avrà luogo la serata ‘Museo in jazz’: le diverse sonorità del jazz attraverseranno le sale del museo a ciclo continuo in una serata in collaborazione con la Casa del Jazz. In programma: l’esibizione di un duo in anteprima nazionale con la pianista Rita Marcotulli, insieme al trombettista Francesco Lento; una sequenza di alcuni dei migliori giovani musicisti della scena romana (Vittorio Solimene Trio, Della Gatta/Capasso Duo, No Trio For Cats) ed una micro-storia del Jazz proposta dal critico Gerlando Gatto, per trasmettere le nozioni essenziali alla scoperta di questo affascinante genere musicale.

Sabato 12 novembre, nel corso dell’evento intitolato ‘Museo animato’, gli attori di Teatro di Roma guideranno il pubblico alla scoperta di alcune delle più importanti opere dei Musei Capitolini. Il percorso immaginato si snoderà lungo le sale del museo dando vita alle statue e ai dipinti della collezione e si concluderà nell’Esedra di Marco Aurelio dove verranno recitati brani del pensiero filosofico dell’imperatore romano tratti dai suoi Ricordi.

Sabato 19 novembre, invece, è in programma l’iniziativa ‘Museo che suona’: un ‘museo sonoro’ accoglierà i visitatori in una serata realizzata in collaborazione con l’Accademia Nazionale Santa Cecilia.

I giovani talenti dell’Accademia si esibiranno in brevi performance musicali solistiche e di piccoli ensemble che, eseguite contemporaneamente, faranno ‘suonare’ l’intero museo costituendo una sorta di colonna sonora della serata. Un violoncello che eseguirà le Suites di Bach ai piedi della Venere Capitolina o un’arpa e un flauto che duetteranno nel salone di Palazzo nuovo sono solo due degli esempi di quanto si potrà ammirare nel corso di un evento in cui la musica ed i musicisti saranno parte del percorso di visita costituendo un tutt’uno ideale e fisico con le collezioni.

Nell’Esedra di Marco Aurelio le esibizioni saranno caratterizzate dalle introduzioni all’ascolto e nella Sala Pietro da Cortona i più piccoli (ma non solo) potranno partecipare ad un laboratorio che li introdurrà al linguaggio della musica rendendoli protagonisti di un vero e proprio ‘concerto’ su una partitura scritta insieme a loro.

Sabato 26 novembre ci sarà la serata ‘Museo cantato e le sinestesie del gusto’. Si tratta una serata in cui si incontrano l’arte, la musica lirica e il gusto grazie alla collaborazione con il Teatro dell’Opera e con Agro Camera. L’Esedra di Marco Aurelio e altri spazi del museo saranno animati da giovani soprani, mezzosoprani, tenori e baritoni accompagnati al pianoforte. Saranno eseguite celebri arie da ‘La Traviata’, ‘Le nozze di Figaro’, ‘Don Giovanni’, ‘Rigoletto’ e ‘Così fan tutte’ precedute da brevi introduzioni all’ascolto. Sulla Terrazza Caffarelli, invece, il pubblico potrà partecipare ad un percorso di degustazione e abbinamenti tra vino, opere d’arte e musica guidato da Antonio Paolini. Sabato 3 dicembre si svolgerà la serata ‘Museo Atelier’, un’occasione per riscoprire la moda antica, il disegno dal vero e conoscere il mestiere dell’arte nell’attività di una ‘Factory’ della creatività moderna: installazioni, performance, percorsi e visite animate, letture inedite di capolavori quali ‘la Buona Ventura di Caravaggio’, passeggiando tra le sale dei Musei Capitolini con l’Accademia di Belle Arti.

I Musei Capitolini dedicano dunque il sabato sera alla città, ma anche il pubblico potrà pensare ad una dedica speciale partecipando a due contest online utilizzando l’hashtag #dedicalarte sui canali social dei Musei Capitolini. Per partecipare al primo contest i visitatori potranno condividere un selfie o una foto con la loro opera preferita del museo.

Gli autori delle 3 foto che riceveranno più like vinceranno un ritratto dal vero con la propria opera del cuore che sarà realizzato da un allievo dell’Accademia di Belle Arti nel corso della serata conclusiva. Per partecipare al secondo gli utenti potranno inviare ogni settimana una dedica ispirata al tema della serata (dedica ‘in jazz’, ‘teatrale’, ‘classica’, ‘lirica’ e ‘con arte’). Quelle che riscuoteranno più successo verranno menzionate nel corso delle serate corrispondenti.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi