Nuovo defibrillatore a Doglio, frazione cardioprotetta

defibrillatore a doglio

Nei giorni scorsi si è tenuta una breve cerimonia per la consegna e l’installazione del defibrillatore a Doglio, donato alla popolazione dall’Associazione Sant’Antonio da Padova. Per l’occasione erano presenti i consiglieri comunali Leonardo Lipparoni e Costantino Pancrazi, il Parroco Don Nello Bertoldi e il dottor Massimo Loria già primario del P.S. di Ascoli Piceno, che lo scorso anno ha tenuto gratuitamente a Doglio alcune lezioni di primo soccorso con esercitazione pratica a circa 40 persone. Sapere cosa fare in caso di emergenza è fondamentale non solo per se stessi ma anche per gli altri, e anche se quello che possiamo fare è poco, l’importante è farlo bene. Si può dire che con questo gesto, la piccola frazione di Doglio è “cardioprotetta”.

L’associazione, ha sempre avuto un occhio di riguardo verso la salute, contribuendo in larga parte alla realizzazione di alcuni importanti obiettivi del “Comitato Daniele Chianelli”, del resto la salute è un argomento che tocca tutti da vicino. L’istallazione del defibrillatore a Doglio costituisce una sicurezza in più non solo per la popolazione più anziana, poiché una recente ricerca scientifica, ha messo in risalto come è aumentata la fascia dei giovani che soffrono di patologie cardiache più o meno nascoste, e un defibrillatore, probabilmente, potrebbe salvargli la vita.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi