Only Wine: torna il vino di qualità in totale sicurezza

only wine

A Città di Castello presso Palazzo Vitelli Sant’Egidio, occupando l’intero parco per l’area espositiva, il 19 e 20 giugno avrà luogo Only Wine.

Fino a qualche settimana fa sembrava un miraggio e invece l’Only Wine scenderà in campo nel 2021 per lanciare la sua “sfida” alla pandemia, prendendo per mano i 100 produttori under 40 e le piccole cantine al di sotto dei 7 ettari, che stanno aspettando da un anno di poter tornare in pista.

La decisione è stata presa dall’Ac Company guidata da Andrea Castellani, ideatore della manifestazione in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier nella figura del Presidente di AIS Umbria Sandro Camilli. La manifestazione avrà una nuova veste attraverso un nuovo format che prevede una fiera interamente outdoor.

“Ci siamo fatti coraggio afferma –  Castellani –  e abbiamo accolto le numerose richieste da parte dei nostri produttori che avevano voglia di rinascere. Infatti questa edizione sarà per noi e per il settore enoico delle piccole produzioni una sorta di resurrezione dalle ceneri di questa ondata pandemica”.

Only Wine ha proposto un questionario sulla situazione post pandemica delle aziende vitivinicole al quale hanno risposto i produttori di vino che hanno partecipato e che parteciperanno all’Only Wine 2021.

Coloro che hanno risposto sono: il 69% uomini e 31% donne. Di questi, il 61,9 % vendemmia dai 5 ai 7 ettari e il 33,3% dai 3 ai 5 ettari e il restante vendemmia fino a 2 ettari. I partecipanti di quest’anno provengono in egual misura dal Nord italia e dal Centro ( 41,9%), una quota inferiore invece coloro che provengono dal Sud (14%) e dalle Isole ( 2,2%); di questi, il 81,4% hanno fino a 5 dipendenti all’interno della propria azienda e il 14% dai 5 ai 9 dipendenti. Il restante 4,6 % ha più di 10 dipendenti. Durante il periodo pandemico (2020 – 2021) il 75,5 % hanno osservato un calo di fatturato contro il 20,9 %, di questi hanno subito un calo minore del 50% per il 75,8 % per il 24,2 % più del del 50%.

E’ stato fondamentale chiedere agli imprenditori a quali strumenti di vendita online avevano accesso e se hanno avuto modo di accedere alle agevolazioni statali a favore degli imprenditori.

Il 74,4%, durante il periodo di pandemia, hanno avuto accesso a strumenti online come social, e-commerce e piattaforme di consegna e delivery, contro il 25,5 % il quale non ha avuto accesso.

In merito all’accesso alle agevolazioni statali si osserva una leggera differenza tra coloro che non ne hanno avuta la possibilità (53,5%) e coloro che ne hanno avuta (46,5%).

A questo punto è stato naturale chiedere loro se l’Only Wine 2021 potrà aiutare le loro imprese a ripartire.
Cosa hanno risposto?
● Il 72,1 % credono che l’Only Wine 2021 potrà aiutare la propria azienda
nel ripartire,
● il 25,6% non lo sa il restante
● il 2,3% crede di no

Cambia la logistica ma non lo spirito dell’Only Wine, che conferma i suoi storici testimonial Luca Martini, già sommelier Campione del Mondo; Francesco Saverio Russo, Wine Educator e blogger di Wine Blog Roll, e Chiara Giannotti, Wine Educator e fondatrice di Vino.Tv.

Sarà ovviamente garantita la sicurezza di partecipanti ed espositori rispettando le tutte normative in essere.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi