Gualdo Tadino: torna il teatro nella splendida Rocca Flea

rocca flea

Quest’estate ritorna il teatro a Gualdo Tadino, finalmente gli spettatori potranno rivivere la magia dello spettacolo dal vivo e incontrare grandi e appassionanti autori nella bellissima cornice della Rocca Flea.

Giovedì 23 luglio, alle ore 21,30, va in scena Reading novecento, annullato a marzo a causa dell’emergenza sanitaria.

Ciro Masella in questa occasione si cimenta con uno dei testi più belli e affascinanti degli ultimi anni, Novecento di Alessandro Baricco, portato in scena con successo da “mostri sacri” come Arnoldo Foà e attori magnifici del calibro di Eugenio Allegri, al cinema nel bel film di Tornatore “La leggenda del pianista sull’oceano”, tradotto in decine e decine di lingue nel mondo e ristampato innumerevoli volte.

Il libro che ha forse regalato la maggiore notorietà al suo autore e lo ha reso celebre e amatissimo in mezzo mondo, prende in prestito la voce di Masella per raccontarci una storia indimenticabile, per condurci in un viaggio spettacolare e divertente, misterioso. Ancora una volta, la suggestione di un racconto, il fascino dell’oralità, la grande potenza di una storia prenderanno possesso di uno spazio per animarlo di personaggi, luoghi, suoni, immagini e paesaggi.

Ci sono storie che, pur parlando di altre vite, di uomini e donne di altri tempi e altri luoghi, ci raccontano di noi, del nostro tempo, ci parlano al cuore e alla testa, ci svelano e ci rivelano; storie che ci entrano sotto la pelle e nelle pieghe dell’anima, quella di Novecento, il più grande pianista che abbia mai solcato l’oceano, è senza dubbio una di queste. Una delle più belle storie mai raccontate.

Venerdì 7 agosto, alle ore 21,30, rivive sul palcoscenico il capolavoro del premio Nobel per la letteratura Juan Ramon Jimenez, Platero Y Yo, con uno dei chitarristi e compositori italiani più apprezzati nel mondo, Christian Lavernier e il grande Ugo Dighero che da sempre si divide tra la televisione e il teatro con grandissimo successo. Sulle note di Mario Castelnuovo-Tedesco ispirate al piccolo gioiello letterario, il racconto lirico e sognante del viaggio attraverso l’Andalusia compiuto da un pastore in compagnia del suo asinello, rappresenta simbolicamente il desiderio di riappacificazione con la natura, e l’apparente semplicità e solarità della storia di un’amicizia, che incanta grandi e piccini, sottende ai turbamenti e le segrete inquietudini dell’autore che anela a una nuova età dell’innocenza. Nell’opera si mescolano poesia, fiaba e filosofia, ironia e tristezza, il mondo visto da un diverso punto di vista, uguale alla natura che lo accompagna.

“L’ottima e pluriennale collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria, afferma l’Assessore alla cultura Barbara Bucari, ci ha dato la possibilità di recuperare in estate ben due date del calendario invernale, uno spettacolo già in Cartellone e uno nuovo. La cosa che mi preme sottolineare è che tutto ciò non era facile né scontato, sia per le numerose regole di sicurezza da rispettare, che per i tempi a disposizione dell’organizzazione. In ultimo, ma non per importanza, per le risorse economiche a disposizione. La Giunta Comunale, pur avendo tenuto un profilo rigido per tutta l’emergenza, non è voluta arretrare di fronte al Covid e non ha voluto lasciare vuoti gli spazi della cultura. Abbiamo reinventato un programma estivo, chiuso e fissato a febbraio, del tutto nuovo. Ciò ha comportato e comporta grandi difficoltà ma abbiamo voluto dare il messaggio “Ripartiamo!” alla città. Questi eventi che oggi presentiamo sono per noi importanti anche in chiave di promozione turistica del territorio. Sono due spettacoli molto coinvolgenti e di qualità e crediamo che sia gli abituali spettatori della Stagione di Prosa che il grande pubblico possano apprezzarli, anche perché si svolgeranno nel meraviglioso e rinnovato Parco della Rocca Flea, il principale monumento della città.”

Ingresso unico 12 euro. Per evitare assembramenti è possibile acquistare i biglietti on line senza costi aggiuntivi presso il sito del Teatro Stabile dell’Umbria.

Il botteghino presso la Rocca Flea sarà aperto il giorno dello spettacolo a partire dalle 19,30.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi