I migliori esordi italiani nel Premio letterario nazionale Severino Cesari

severino cesari

Arriva alla terza edizione il Premio letterario nazionale Opera prima Severino Cesari, promosso dalla Regione Umbria d’intesa con Emanuela Turchetti, moglie del giornalista e curatore editoriale umbro, uno dei più importanti editor italiani degli ultimi decenni, scomparso nel 2017.

Per l’edizione di quest’anno è stato chiesto a un centinaio di librerie italiane di segnalare, entro il 31 marzo – un massimo di tre opere d’esordio di narrativa italiana (romanzo o raccolta di racconti) di autore vivente, ritenute particolarmente valide e promettenti, pubblicate per la prima volta in volume cartaceo in Italia tra il 1° marzo 2019 e il 29 febbraio 2020 e regolarmente in commercio (non sono ammessi rifacimenti e riedizioni).

Una precisa “scelta di campo” da parte dei promotori del Premio, questa di coinvolgere le librerie italiane, per dare voce a queste figure portanti per la promozione culturale sui territori, in un momento di così forte incertezza economica. Da questa selezione la Giuria del Premio avvierà una preselezione da cui usciranno i 10 titoli che si contenderanno la vittoria finale.

In palio un premio di € 4.000 al vincitore, di € 2.000 al secondo classificato e di € 1.000 al terzo. La Giuria, presieduta dalla scrittrice Simona Vinci, è composta quest’anno da Pietrangelo Buttafuoco, Giancarlo De Cataldo, Giovanni Dozzini, Luca Gatti, Gabriella Mecucci, Francesca Montesperelli, Giacomo Papi e Michele Rossi. La premiazione avverrà durante la prossima edizione di Umbrialibri, la rassegna editoriale e culturale promossa dalla Regione Umbria, che si terrà a Perugia, presso il Complesso monumentale di San Pietro, da venerdì 9 a domenica 11 ottobre 2020.

La prima edizione del Premio, nel 2018, è stata vinta da Daniele Mencarelli, in queste settimane nella dozzina dello Strega con il suo ultimo libro La casa degli sguardi (Mondadori), seguito Emanuela Canepa (L’animale femmina, Einaudi) e da Roberto Camurri (A misura d’uomo, NN Editore). Nel 2019 il Premio letterario nazionale Opera Prima Severino Cesari è stato vinto da Cristina Marconi con Città irreale (Ponte alle Grazie), seguita da Eleonora Marangoni (Lux, Neri Pozza) e da Francesca Tassini (Come mosche nel miele, Solferino).

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi