Il Maestro Ennio Morricone ci ha lasciato

la musica del grande cinema italiano ennio morricone

E’ morto nella notte in una clinica romana, a seguito di un ricovero per una caduta, il Maestro Ennio Morricone all’età di 91 anni.

Premio Oscar nel 2016 per la colonna sonora di The Hateful Eight di Quentin Tarantino e onorario nel 2007, Ennio Morricone ha, senza dubbio, composto le più belle colonne sonore del mondo.

Memorabile la collaborazioni con Sergio Leone che hanno segnato il cinema western influenzando anche la produzione americana, Morricone ha composto brani del calibro di “Per un pugno di dollari”, “Per qualche dollaro in più”, “Il buono, il brutto, il cattivo”, “C’era una volta il West”, che hanno dato il via ad una lunga e brillante carriera da compostitore, arrangiatore e musicista.

Dagli anni settanta Morricone diventa un nome di rilievo anche nel cinema hollywoodiano, componendo musiche per registi americani come John Carpenter, Brian De Palma, Barry Levinson, Mike Nichols, Oliver Stone e Quentin Tarantino. Morricone ha scritto le musiche per numerose pellicole nominate all’Academy Award come I giorni del cielo, Mission e The Untouchables – Gli intoccabili.

Oltre ai due Oscar, Ennio Morricone, durante la sua carriera ha vinto tre Grammy Awards, quattro Golden Globes, sei BAFTA, dieci David di Donatello, undici Nastri d’argento, due European Film Awards, un Leone d’Oro alla carriera e un Polar Music Prize. Ha venduto inoltre più di 70 milioni di dischi.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto sottolineare il vuoto che ha lasciato nel mondo della musica e della cultura in generale:

«La scomparsa di Ennio Morricone ci priva di un artista insigne e geniale. Musicista insieme raffinato e popolare, ha lasciato un’impronta profonda nella storia musicale del secondo Novecento. Attraverso le sue colonne sonore ha contribuito grandemente a diffondere e rafforzare il prestigio dell’Italia nel mondo.

Desidero far giungere alla famiglia del Maestro il mio profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza»

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi