In Regionale con Gusto con Trenitalia e Gambero Rosso

in regionale con gusto

Si chiama “In Regionale con Gusto – Scoperte enogastronomiche a portata di treno”, il nuovo viaggio su rotaia capace di fotografare le bellezze italiane dal finestrino di un treno: viste privilegiate dai treni del Regionale di Trenitalia, che ogni giorno collegano capillarmente i piccoli e grandi centri italiani, in un viaggio alla scoperta delle bellezze enogastronomiche dei dintorni di ogni regione. L’Umbria ha molto da offrire al viaggiatore curioso e goloso e da sempre incanta e conquista i turisti di tutto il mondo per la sua storia antica e i suoi paesaggi naturalistici unici costellati da cittadine magiche.

Custode di tradizioni enogastronomiche centenarie, Cuore Verde d’Italia e unica regione italiana ad essere stata inserita nel Best in Travel 2023 di Lonely Planet, l’Umbria invita il viandante a godere di panorami senza uguali, in un susseguirsi di cime verdeggianti, colline rigogliose, attraversate da fiumi, laghi e cascate, e sapori genuini che raccontano la sua storia contadina e nei borghi.

Il primo itinerario prevede la partenza dalla suggestiva città Foligno nonché sede della famosa signoria dei Trinci. Vicina ai più noti centri di Perugia e Assisi, Foligno occupa una posizione centrale nella valle spoletina e a differenza degli altri comuni umbri è situata in zona pianeggiante, rendendo così piacevole la visita a piedi o in bicicletta. Una sosta diversa dai soliti giri turistici: seguendo il corso del fiume Topino si raggiunge Piazza della Repubblica dove si affacciano maestosi il Duomo, il Palazzo Comunale e il Palazzo Trinci. Imperdibile, La Giostra della Quintana, la famosissima rievocazione storica medievale in costume che si tiene ogni anno a giugno e settembre.

Si prosegue poi alla scoperta di Trevi, nota anche come Città dell’Olio con il suo olio di oliva extravergine Dop, tra i più pregevoli dell’Umbria. Tra ulivi e testimonianze romane, Trevi è stata inserita nella guida “Borghi più belli d’Italia” e fu di ispirazione anche per Leopardi. Nel centro storico, Piazza Martini apre la vista al Palazzo Comunale e al Torrione duecentesco e, nel corso dell’anno, si rende protagonista di numerose manifestazioni culturali e gastronomiche, dove gustare i prodotti tipici come il sedano nero, oltre all’immancabile olio.

Degno di nota anche l’edificio attiguo alla chiesa di San Francesco, sede della Pinacoteca Civica che custodisce le opere del Pinturicchio, tra le altre, e ospita il Museo dell’Olio.

Si raggiunge, infine, Spoleto, circondata da colline, vigneti e uliveti e la cui bellezza architettonica viene anticipata dal Ponte delle Torri e dalla Rocca Albornoziana che spiccano dall’alto quasi a protezione della cittadina. Un borgo medievale che si snoda tra vicoli e piazzette capaci di regalare incanto ad ogni occasione: l’originale Basilica di San Salvatore, che dal 2011 è stata dichiarata patrimonio Unesco, il Duomo, simbolo della città, il Teatro Romano e ancora l’Arco di Druso e l’Arco di Monterone realizzati lungo il tracciato della via Flaminia, le rovine di un antico tempio romano incastonato nelle pareti della chiesa di Sant’Ansano e la Piazza del Mercato, sede dell’antico Foro. Dal 1958 Spoleto ospita anche il famoso Festival dei Due Mondi, una manifestazione internazionale di arte, musica, cultura e spettacolo.

Il secondo percorso inizia da Perugia, una città che non ha bisogno di molte presentazioni ed è tra le più rinomate e apprezzate mete turistiche. Città moderna che trasuda un passato importante da ogni sua pietra, Perugia è il perfetto connubio tra vivacità e tradizione, impreziosita da maestosi palazzi, splendide chiese, due università storiche, il tutto racchiuso da una fortificazione ancora intatta a protezione di tutto il suo splendore. Ma è anche una meta golosa per tutti gli amanti del cioccolato: a pochi chilometri dal centro, infatti, è possibile visitare La Casa del Cioccolato Perugina mentre a ottobre, dal 1994, a Perugia si svolge la manifestazione a tema, Eurochocolate.

L’arrivo a Passignano sul Trasimeno è una vera sorpresa: un piccolo borgo di pescatori che si allunga sulle sponde settentrionali del Lago Trasimeno, dominato dall’imponente rocca, simbolo indiscusso del paese. Capace di regalare incantevoli scorci, con la sua parte più antica limitata da una cerchia di mura medievali, Passignano offre un’esperienza diversificata tra folklore e natura per godere appieno del suo centro storico e del suo lago balneabile e delle sue spiagge, da cui partono i traghetti che portano all’Isola Maggiore e all’Isola Polvese.

Il viaggio in Umbria di In Regionale con Gusto – Scoperte enogastronomiche a portata di treno segnala Ristoranti, Trattorie, Wine Bar e gelaterie migliori, tutte con la distanza a piedi dalla stazione.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.