La Repubblica delle Stragi: a Sigillo il libro di Salvatore Borsellino

la repubblica delle stragi

Il comune di Sigillo, in collaborazione con i gruppi Agende Rosse “Dalla Chiesa e Setti Carraro” di Ancona e provincia e “Peppino Impastato” di Gubbio, invita la cittadinanza alla presentazione del libro “La Repubblica delle Stragi” che si terrà venerdì 26 novembre 2021 alle ore 21:00, presso la Chiesa di San Giuseppe.

La Repubblica delle Stragi, curata da Salvatore Borsellino e scritta a più mani, ripercorre sedici anni nei quali sono state scritte alcune delle pagine più importanti della storia della Prima Repubblica.

Il finto sequestro Sindona, la strage di Bologna, le bombe del Rapido 904, l’estate dell’Addaura e dell’assassinio Agostino, l’autoparco milanese di via Oreste Salomone e l’omicidio Mormile, i giorni della Falange Armata, quelli della Uno Bianca e la militarizzazione del Paese con una serie di fatti di sangue e attentati apparentemente senza senso.

Fino ad arrivare agli ordigni di Cosa Nostra del ’92 e ’93. Nel novembre 1993 però tutto sembra smorzarsi per poi tacere definitivamente nel febbraio 1994.

Cosa è successo?

A questa domanda e alle tante che, ancora oggi, aleggiano su molti fatti del passato recente della Repubblica tenteranno di dare una risposta alcuni degli Autori che interverranno durante l’incontro: il magistrato Giovanni Spinosa, Stefano Mormile, fratello dell’educatore carcerario Umberto Mormile, Federica Fabbretti e Marco Bertelli, membri del Direttivo del Movimento delle Agende Rosse, fondato da Salvatore Borsellino.

Ingresso gratuito e consentito nel rispetto della normativa anti-Covid, previa esibizione della Certificazione verde Covid-19.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi