Premio Bancarella: Luca Farinotti vince per il secondo anno

luca farinotti

Per il secondo anno consecutivo Luca Farinotti vince il Premio Selezione Bancarella passando dalla cucina nel 2019 allo sport nel 2020. Lo rende noto lo stesso Premio Bancarella attraverso i social.

Luca Farinotti è l’unico autore ad aver raggiunto la finale in due categorie differenti del Premio Bancarella: Premio Selezione Bancarella Sport 2020, con “Volevo solo nuotare”, la biografia della campionessa di nuoto di fondo Rachele Bruni, e Premio Selezione Bancarella Cucina 2019, con il libro “#mondoristorante”.

Questa la sestina dei vincitori del Premio Selezione Bancarella Sport 2020:

  • “Volevo solo nuotare (200.000 bracciate con Rachele)”, scritto da Luca Farinotti, edito da Artingenio;
  • “Gioannbrerafucarlo. Gianni Brera, secondo me”, scritto da Andrea Maietti, edito da Bolis Edizioni;
  • “Il tennis l’ha inventato il diavolo”, scritto da Adriano Panatta con Daniele Azzolini, edito da Sperling & Kupfer;
  • “La partita”, scritto da Piero Trellini, edito da Mondadori;
  • “Non pettinavamo mica le bambole. Le meravigliose storie delle ragazze della Nazionale”, scritto da Alessandro Alciato, edito da Baldini+Castoldi;
  • “Ricky Albertosi. Romanzo popolare di un portiere”, scritto da Collettivo Soriano, a cura di Massimiliano Castellani, edito da Urbone Publishing.

ll premio Bancarella Sport è il più prestigioso premio letterario in ambito sportivo. Nato nel 1964 per premiare, tra tutti i libri a tema sportivo pubblicati nell’anno, i sei libri più meritevoli da cui viene decretato un vincitore assoluto.



“Volevo solo nuotare” è il ritratto di una delle nuotatrici italiane di fondo più forti di sempre, con un medagliere da capogiro all’attivo. La sua infanzia semplice e gioiosa tra Empoli e Firenze. La passione per il nuoto: “se ti perdi nell’acqua allora sei nel posto giusto”. L’incontro con l’allenatore guru Fabrizio Antonelli. Il training durissimo, i dubbi e le lacrime. Le incredibili medaglie mondiale e olimpica, ottenute in gare drammatiche, contraddistinte da episodi di suspence a dir poco inusuali per gli sport di durata.
E poi le tante Rachele in una, come la “Caporal maggiore scelto” Bruni, orgoglio dell’Esercito Italiano. O come le due Rachele costrette a convivere in acqua: quella con la minor “acquaticità” e il
minor talento rispetto alle sue quotatissime avversarie mondiali e quella che grazie all’intelligenza, al cuore e al suo ingrediente segreto (la sbracciata turbinosa) riesce a sbaragliare le sue avversarie nel reiterato compimento di un miracolo sportivo. Una donna non comune con un costumone da supereroina.

Luca Farinotti
Luca Farinotti è uno scrittore e saggista italiano, esperto in food governace. Ha vissuto l’infanzia seguendo gli spostamenti del padre, il famoso chef Augusto Farinotti. Fin da piccolo è appassionato di letteratura, in particolare la poesia indiana e giapponese e la letteratura americana della West Coast degli anni Sessanta. Nel 1995 è uscito in libreria la raccolta di poesie, “Elevazioni”, edita da Rebellato di Venezia, un libricino che raccoglie una quindicina di poesie.
Dopo varie esperienze artistiche e letterarie, tra cui lo spettacolo “Un disegno a Katmandu”, vincitore nella sua categoria del Festival Internazionale del Teatro dell’Assurdo (Biennale Europea)
del 1999, nel 2007 esce in libreria “Lo stadio più bello del mondo”, romanzo di formazione che ha vinto il Premio dell’Editoria di Chiari/Categoria Romanzo di formazione. Nel 2008 è uscito il
secondo romanzo, “La mannaia di Kramer”, sempre nello stesso anno inizia la sua avventura nel mondo della ristorazione attraverso un progetto di bistronomia sperimentale, chiamato “Mentana
104”. Da questa esperienza ha preso vita nel 2018 il saggio “#mondoristorante”, un libro sulla ristorazione e i suoi segreti, vincitore del Premio Selezione Bancarella Cucina 2019. Nel 2019
hanno visto la luce la guida “Parma 2020 – Best Restaurants & Food Producers” e il racconto “Il bulgaro che fu re di Parma per un giorno” edito nella raccolta “Parma – I narratori raccontano la loro città”.
Nel 2020 è stato pubblicato “Volevo solo nuotare”, la biografia ufficiale di Rachele Bruni, la nuotatrice vincitrice della medaglia d'argento ai Giochi Olimpici di Rio, libro vincitore del Premio
Selezione Bancarella Sport 2020.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi