Umbria in Rosa 2017. Le donne al centro: premiate 15 donne umbre

umbria in rosa

Umbria in Rosa, un riconoscimento per essersi distinte in molti settori, perché le donne sanno cosa vuol dire lottare dare il massimo mettendo insieme famiglia, lavoro e sentimenti. La Consigliera di Parità della Provincia di Perugia Gemma Bracco dall’anno scorso ha istituito questo Premio, semplice ma che fa bene al cuore delle donne, che spesso non vedono riconosciuti i loro sforzi scarturiti da una vita da equilibrista sulla corda, intente solo ad andare dritte senza guardare a terra per non cadere.

“Ho fortemente voluto l’anno scorso questo premio – ha detto Bracco – perché credo sia giusto dare importanza alle donne che si sono distinte, nei vari settori, per coraggio e voglia di emergere. Loro sono le eccellenze dalla nostra regione e rappresentano modelli femminili da seguire per le capacità professionali e la positività. Vi aspetto giovedì 26 ottobre 2017 alle ore 16,00 nella Sala del Consiglio della Provincia di Perugia, alla Cerimonia di Premiazione”. Il Premio “Umbria in Rosa” 2017, quest’anno alla sua seconda edizione, è organizzato dalla Consigliera di Parità della Provincia di Perugia Gemma Bracco in collaborazione con l’Associazione Europa Comunica ed è rivolto a tutte le donne che in Umbria si sono distinte nel campo del sociale, sanitario, imprenditoriale, culturale e artistico, musicale, sportivo, così come negli ambiti dell’innovazione, dell’agricoltura e dell’istruzione.

Ben quindici saranno le donne vincitrici di questa seconda edizione nelle seguenti categoria: Sanità, Sport, Agricoltura, Forze Armate, Letteratura e Spettacolo, Arte, Volontariato e Sociale,  Impresa, Musica, Istruzione e Scuola, Università, Ricerca Universitaria, Startup e Innovazione, Pari Opportunità, Sanità e Impresa. Le quindici vincitrici sono state selezionate da una giuria di qualità, composta unicamente da donne: Anna Maria Baldoni, Presidente Confindustria Umbria; Maria Antonietta Gargiulo, Vice Presidente Club Unesco di Perugia e Gubbio; Anne Marjatta Heliste, Presidente Associazione Italiana Agricoltura Biologica Umbria (AIAB); Rita Rocconi, Titolare Studio Artemis; Elisabetta Torlone e Cristina Vermigli, Medici dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia; Carla Emiliani, Patrizia Mecocci e Cristina Gasparri dell’Università di Perugia. Presidente di giuria la Consigliera di Parità della Provincia di Perugia Gemma Bracco.

Testimonal del premio “Umbria in Rosa” quest’anno sarà l’attrice Giovanna Vignola, portavoce della Giornata Mondiale delle persone di bassa statura (Acondroplasia), giunta alla terza edizione, che si celebra in tutto il mondo il 25 ottobre. L’Acondroplasia, malattia rara, la cui forma più comune dei circa 200 tipi di nanismo esistenti, colpisce una persona su 25 mila, complessivamente circa 650 mila nel mondo e 4 mila nel nostro Paese.

Donatella Binaglia

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi