Cortile di Francesco: la speranza il tema della VII edizione

cortile di francesco alberghiero di assisi eldorato economy of francesco cortile di francesco cutuli istituto serafico seminario post terremoto basilica assisi cortile di francesco sergio mattarella manifesto assisi resonars non profit

Si terrà ad Assisi dal 17 al 19 settembre il Cortile di Francesco. Personalità della società civile, del mondo della religione e del giornalismo si confronteranno sul tema della settima edizione: “Speranza”. Tema scelto per l’urgenza che ha il mondo di vedere davanti a sé un orizzonte di conforto e fiducia per guardare “Oltre i confini”, tema della scorsa edizione.

«Oltre 70 relatori, due concerti e 22 tra conferenze, dibattiti e lectio magistralis. Ma non manca ciò che sta più a cuore al mondo francescano: le testimonianze dei poveri cristi che da questa speranza vengono trafitti. Una cosa è certa – ha dichiarato il direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, padre Enzo Fortunato – abbiamo bisogno di fiducia, non vogliamo spegnere la luce della speranza».

Due macro aree di discussione: “I modi della Speranza” dove il tema cardine viene “esplorato” dal punto di vista religioso (Card. Gianfranco Ravasi e Mons. Nunzio Galantino), filosofico (Massimo Cacciari, Michela Marzano), letterario (Dacia Maraini), psicologico (Paolo Crepet), economico (Brunello Cucinelli, Carlo Montalbetti, Mariano Roman), lavorativo (Maurizio Landini) e storico-sociale (Lucio Villari e Ilvo Diamanti). Non manca un approfondimento sull’informazione e la minaccia alla libertà di stampa (Beppe Giulietti e Nello Scavo).

La seconda area tematica, “Kabul Afghanistan”, dove la speranza trova il più difficile terreno di interpretazione. Diversi gli incontri dedicati al delicato tema di politica estera: le agenzie operative negli aiuti umanitari (UNHCR, OIM, UNICEF), le mutazioni dello scenario geopolitico (Ambasciatore Stefano Pontecorvo, Giampiero Massolo, Senatrice Marina Sereni), la situazione delle donne in medio oriente (Rula Jebreal) e le storie dei profughi arrivati in Italia.

Nell’ambito del ciclo di incontri tre momenti serali: venerdì 17 l’omaggio a Gino Strada con il racconto della figlia Cecilia, sabato 18 il concerto della Banda Musicale della Polizia di Stato in occasione dei 150 anni dalla fondazione dell’Istituto Serafico e domenica 19 l’evento speciale “Passione e Speranza” con la lectio magistralis di Massimo Cacciari e il concerto della Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco Assisi.

Sarà possibile partecipare al Cortile di Francesco, in base alle norme anti Covid, solo in possesso del green pass. Tutti gli incontri saranno anche trasmessi in diretta e on demand sul sito www.cortiledifrancesco.it e sulle piattaforme digitali (social network e YouTube).

L’evento, organizzato dal Sacro Convento di Assisi e dell’Associazione Oicos riflessioni, in collaborazione con il Pontificio Consiglio della cultura e con il sostegno della Regione Umbria, punta ad offrire uno spazio di incontro alternativo di speranza.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi